Le rimonte subite, i pochi gol degli attaccanti, i calci piazzati, gli infortuni: i numeri horror del Parma

28.04.2021 11:41 di Giuseppe Emanuele Frisone   Vedi letture
Le rimonte subite, i pochi gol degli attaccanti, i calci piazzati, gli infortuni: i numeri horror del Parma
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Sono tanti, troppi, gli aspetti che hanno reso la stagione del Parma un vero inferno. Appellarsi alla sfortuna sarebbe fuori luogo, perché di errori ne sono stati evidentemente commessi a iosa, ma analizzando la situazione nel complesso si può dire che non è girato davvero nulla per il verso giusto in casa crociata. Quattro sono i punti che hanno determinato una stagione di questo tipo:

LE RIMONTE SUBITE - Mai come quest'anno il Parma, spesso e volentieri in vantaggio anche di due gol, ha subito rimonte. Non è un'esclusiva del Parma di D'Aversa, perché già l'esperienza di Liverani in panchina aveva palesato simili incidenti di percorso. Nelle gare con le due milanesi, per esempio, i crociati di Liverani stavano vincendo per 2-0, per poi essere raggiunti sul 2-2 nel finale di partita. In entrambe le occasioni. Con D'Aversa gridano vendetta il pari nel Sassuolo (per un rigore concesso ingenuamente nel finale), i 2-2 con Udinese e Spezia, il 3-3 nella Fiorentina con autogol al 93', ma anche le rimonte subite contro Verona e Genoa, per non parlare del 3-4 di Cagliari che probabilmente ha messo una pietra tombale sulle speranze di salvezza degli emiliani.

I POCHI GOL DEGLI ATTACCANTI - Andreas Cornelius, Roberto Inglese, Graziano Pellè, Joshua Zirkzee: quattro centravanti, due soli gol fatti. Uno score decisamente negativo, causato anche dai problemi fisici di Cornelius e (soprattutto) Inglese. Va detto che questo dato è andato a favore dei centrocampisti, visti i 6 gol di Kucka (che però batte anche i rigori) e i 7 di Hernani, mai così bene in carriera sotto il profilo realizzativo. Resta però un dato di fatto la pochissima incisività in zona gol degli attaccanti centrali.

I GOL SUBITI DA PALLA INATTIVA - I numeri horror non sono solo in attacco, ma investono anche la difesa. Sono addirittura 17 i gol subiti su palla inattiva, per l'esattezza 11 da calcio d'angolo e 6 da punizione indiretta, a fronte dei soli 6 realizzati. Interessante notare come la cura dei calci piazzati era invece stato uno dei punti di forza del Parma di D'Aversa nelle scorse stagioni, tanto in fase difensiva tanto in quella offensiva.

GLI INFORTUNI - Questo è un aspetto che in realtà è noto da diversi anni. Già nelle scorse stagioni il Parma si è ritrovato a fronteggiare un numero di infortuni muscolari (e non) davvero notevole. Quest'anno si è andati anche oltre, con un totale di oltre 50 infortuni per un complessivo di 189 partite perse dai giocatori infortunati. Del resto la situazione parla chiaro anche nel momento attuale: è notizia di ieri l'infortunio di Man e Karamoh, che dovrebbero aver concluso la loro stagione anzitempo.