Piazzi: "La società è forte e vuole costruire qualcosa che rimanga nel tempo"

11.05.2021 15:20 di Alessandro Tedeschi Twitter:    Vedi letture
Piazzi: "La società è forte e vuole costruire qualcosa che rimanga nel tempo"
© foto di ParmaLive.com

Luca Piazzi, direttore sportivo del settore giovanile crociato, ha parlato ai microfoni di RiccardoAmato.it del futuro del Parma e del calcio in generale: "Le proprietà straniere stanno portando nuova linfa e ci possono aiutare ad uscire da un sistema che non si rinnova. L’idea condivisa è quella di lavorare a qualcosa che rimanga nel tempo: strutturare i club e ragionare non solo in termini di risultati”.

Il debutto di un giovane in Serie A: punto di partenza o di arrivo?
“Per un calciatore direi un punto di partenza, per noi addetti ai lavori un punto di arrivo. Stiamo parlando del vero risultato per il Settore giovanile. La qualità del lavoro ti aiuta a raggiungere quel traguardo. Il risultato fine a se stesso non è mai un obiettivo, conta la crescita dei ragazzi. Solo così vinci anche le partite. Il risultato è dunque la conseguenza di un buon lavoro e di buone prestazioni”.

A che punto è il Settore giovanile del Parma?
"Siamo al 50% di un processo in continua evoluzione. Abbiamo voglia di migliorare. Soltanto accumulando esperienze e credendo nel tuo lavoro raggiungi l’obiettivo. Sono contento e orgoglioso del nostro percorso”.

La retrocessione della prima squadra in Serie B avrà delle conseguenze anche sul vostro lavoro?
“Le conseguenze immediate riguardano il morale dell’ambiente e l’acquisizione di calciatori. L’appeal sarà diverso. Tuttavia la società è forte e i programmi non dovrebbero cambiare”.