Verso Parma-Roma: Sprocati più di Cornelius, rebus Spinazzola

08.11.2019 20:05 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Verso Parma-Roma: Sprocati più di Cornelius, rebus Spinazzola

Mancano ormai solo due giorni a Parma-Roma, con le squadre ancora alle prese con vari infortunati. Dopo la gara di ieri contro il Borussia Moenchengladbach, il tecnico giallorosso Fonseca ha detto che cambierà molto poco rispetto agli undici scesi in campo in Germania, con il solo Spinazzola, aggregatosi al gruppo che potrebbe rientrare. Nel Parma Bruno Alves si è allenato in parte con il gruppo ma un suo utilizzo dal primo minuto non è ipotizzabile.

LE ULTIME DA PARMA - I crociati si sono riuniti stamattina in allenamento ancora in piena emergenza infortuni. Rispetto alla gara di Firenze mancherà anche Yann Karamoh, che probabilmente ne avrà per un po’ dopo il duro scontro subito nell’ultimo match. Recuperati Gagliolo e Cornelius, non è ancora chiaro se il possente attaccante danese sia in grado di sopportare novanta minuti, ed è probabile che parta dalla panchina con Sprocati pronto a scendere in campo dal primo minuto. Poche novità per il resto, se non il probabile rientro tra i titolari di Nino Barillà, al fianco di Scozzarella e Kucka.
Probabile formazione (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Dermaku, Gagliolo; Kucka, Scozzarella, Barillà; Sprocati, Kulusevski, Gervinho.

LE ULTIME DA ROMA - Come detto, Fonseca non dovrebbe cambiare molto rispetto all’undici visto ieri sera contro il Gladbach. Possibile il rientro di Florenzi, in panchina da cinque gare, ma in che ruolo è ancora un rebus poiché è da valutare la condizione di Spinazzola. Unitosi al gruppo in giornata, l’ex Juventus potrebbe giocare dal primo minuto come terzino destro, facendo scalare in avanti Florenzi. Recuperato Diawara, toccherebbe però ancora a Mancini districarsi in mediana in coppia con Veretout, mentre in avanti Under e Perotti sembrano ancora in ritardo, con Kluivert e Pastore favoriti.
Probabile formazione (4-2-3-1): Pau Lopez; Spinazzola, Fazio, Smalling, Kolarov; Mancini, Veretout; Zaniolo, Pastore, Kluivert; Dzeko.