Super Sepe, Gagliolo dominante. Le pagelle di ParmaLive.com

26.01.2020 17:30 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Super Sepe, Gagliolo dominante. Le pagelle di ParmaLive.com

Sepe 7 - In una gara gestita bene dal Parma ha comunque il suo da fare. Splendido su una punizione deviata, molto bene anche in uscita. Stagione super.

Darmian 6.5 - Il più propositivo nella prima fase del match, lo troviamo spesso sulla stessa linea degli attaccanti tanto spinge. Dopo qualche cross sbilenco prende bene la mira ed entra nell’azione, confusa, che porta all’1-0. Più in affanno nella ripresa, ma regge l'urto. 

Iacoponi 6 - Parte un po’ a rilento, mettendoci qualche minuti a prendere le misure a Lasagna, che all’andata lo aveva beffato. Poi cresce e diventa dominante, non sbagliando un anticipo e uscendo in maniera pulita palla a terra. Rischia però, in maniera incredibile perdendo palla contro Mandragora e per questo prende mezzo punto in meno.

Bruno Alves 6.5 - Si fa sorprendere tre volte da Okaka nei primi quindici minuti, in cui pare un po’ fuori match ignorando le sovrapposizioni di Darmian a tagliare dietro la difesa dell’Udinese. Poi, come i compagni cresce e inizia a giganteggiare contro il centravanti ex Samp e Watford, uscendo anche bene palla al piede. Bene nel finale nelle respinte di testa. 

Gagliolo 7.5 - Parte benissimo, mettendo la museruola a Larsen, anche se in appoggio commette qualche errore di misura. Poi, il capolavoro al volo di sinistro che sblocca la partita e scioglie i compagni. Secondo gol in stagione, entrambi all’Udinese: quando vede i friulani si esalta. Dal 61’ Laurini 6 - Regge bene nel finale.

Kucka 6 - Grande lavoro in fase di recupero, dove spesso si posiziona in zona terzino destro per contrastare la fisicità dei friulani. Dialoga bene con Darmian e Kulusevski, e in un paio di circostanze libera anche il tiro da fuori.

Scozzarella 7 - Una certezza per D’Aversa e per il Parma. Con lui al 100% la squadra gira che è una meraviglia, dà equilibrio e ordine alla squadra, dettando alla grande i tempi. Poi, da calcio da fermo, è sempre una garanzia. Esce con una standing ovation. Dall’87’ Grassi sv

Hernani 6.5 - Gara positiva nonostante un ritmo un po’ altalenante. Alterna grandi spunti come dribbling interessanti a lanci sporchi o lenti. Nel finale, quando saltano un po’ gli schemi, sale in cattedra gestendo bene palloni importanti.

Kulusevski 7 - Parte con tanta voglia, chiamando la palla ai compagni e provando ad imbastire una manovra partendo dalla fascia. I primi tentativi non vanno a buon fine ma poi segna il gol del 2-0 e si libera, tornando a volare come ci aveva abituati. Ottimo anche nella ripresa, dove guida contropiedi e sfiora il gol con un mancino pazzesco a girare. 

Cornelius 6.5 - Signori, che attaccante! In una gara tutt’altro che facile, dove deve lottare contro tre colossi, fa la guerra per regalare sponde ai centrocampisti, si crea occasioni dal nulla, gioca bene anche palla a terra.

Kurtic 6.5 - Sacrificato ancora partendo nel tridente d’attacco, sforna quella che fino ad ora è la sua miglior partita in maglia crociata. Tocchi pregevoli, intelligenza tattica, dominante fisicamente: quello che mancava. Dal 73’ Dermaku - sv