Gravina: "Stiamo cercando di giungere ad un accordo per la proroga dei contratti fino al 31 agosto"

"Se il campionato s'interrompe, playoff o algoritmo. Stagione 2020-2021? Valutiamo nuovi format, ma se cominciamo il 12 settembre..."
30.05.2020 15:03 di Vito Aulenti Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Gravina: "Stiamo cercando di giungere ad un accordo per la proroga dei contratti fino al 31 agosto"

In una intervista concessa a Sky Sport, il presidente della FIGC Gabriele Gravina ha parlato con soddisfazione dell'imminente ripartenza del calcio italiano: "La ripresa è un risultato importante. E' stato molto utile il coordinamento della UEFA. L'incontro con Spadafora è stato un momento di grande armonia e condivisione, eravamo un po' tutti più sollevati. Il calcio ha dimostrato grande coerenza, sin dall'inizio: ne usciamo con grande forza. I rischi sono sempre dietro l'angolo: molto dipenderà dal nostro senso di responsabilità, ma anche da un pizzico di fortuna".

C'è stato un momento in cui ha temuto di non farcela?
"Sì, la preoccupazione è stata molto forte. Abbiamo vissuto momenti di grande difficoltà, ma c'è sempre stata la consapevolezza che il calcio doveva ripartire".

E' vero che sta pensando ad un nuovo format per accorciare un po' il prossimo campionato?
"Se il campionato sarà in grado di partire il 12 settembre, andando ad intensificare alcune date anche nel periodo della sosta invernale, dovremmo chiudere nei tempi previsti. L'auspicio è che si riprenda con le modalità che conosciamo, però siamo pronti a valutare anche soluzioni alternative".

Può dirci qualcosa in più circa i piani B e C?
"Il piano B è strutturale, molto chiaro: in caso di sospensione della regular season, si farebbe ricorso a playoff e playout. Sarebbe un format più contenuto, più leggero, che consentirebbe di premiare il merito sportivo. Nel caso in cui il campionato dovesse subire un'interruzione definitiva, si dovrebbe invece ricorrere ad un algoritmo che approveremo prima della partenza del campionato. Questo algoritmo terrà conto di una serie di fattori, sempre legati ad elementi oggettivi della classifica di ciascuna squadra".

Che cosa vuole fare la FIGC per aiutare i club riguardo al prolungamento dei contratti in scadenza il 30 giugno?
"Questo è un tema molto delicato. La FIFA ha dato delle indicazioni alle quali ci siamo attenuti. Stiamo cercando di giungere ad una sorta di accordo tra tutte le componenti, per arrivare ad una piccola modifica che preveda la proroga dei contratti fino al termine della stagione sportiva prevista per il 31 agosto".