Sacchi: “Il calcio deve sapersi rinnovare. Una volta mi chiamò la FIFA e dissi che anche il Parma giocava bene”

13.10.2019 22:10 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
© foto di Chiara Biondini
Sacchi: “Il calcio deve sapersi rinnovare. Una volta mi chiamò la FIFA e dissi che anche il Parma giocava bene”

Intervenuto nel corso del Festival dello Sport di Trento, Arrigo Sacchi ha parlato della Nazionale e ha svelato un retroscena riguardante il Parma: “Il calcio per essere seguito da miliardi di persone deve sempre rinnovarsi. Come la vita stessa. Le Nazionali, specialmente in quei paesi dove manca lo stile, devono avere il potere d’essere esempio negli altri. In Italia non c’è uno stile, è un momento terribile a causa dei troppi stranieri presenti anche nei settori giovanili. Per questo i complimenti a Mancini sono doppi. Non consideriamo mai il merito, noi abbiamo vinto quattro coppe del mondo, ma quante volte abbiamo pensato che quella fosse la squadra migliore che meritasse davvero di vincere la competizione? Non sempre abbiamo incarnato i valori dell’inclusione. Possiamo solo migliorare il gioco. Io solo una volta arrivai secondo in classifica. Una volta fui chiamato dalla Fifa e dissi che anche il Parma e il Rimini giocavano bene a calcio".