LIVE! Pederzoli: "Maresca incarna mentalità e idee. Vazquez? E' del Siviglia"

Diretta scritta su ParmaLive.com. Premi F5 per aggiornare!
08.06.2021 23:55 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
LIVE! Pederzoli: "Maresca incarna mentalità e idee. Vazquez? E' del Siviglia"
TUTTOmercatoWEB.com

Mauro Pederzoli, direttore sportivo del Parma, è ospite questa sera di Calciomercato l'Originale, il programma in onda su Sky Sport. ParmaLive.com vi racconterà in diretta le parole del nuovo direttore sportivo crociato, che affronterà vari temi, tra cui quello caldissimo del calciomercato. 

23.04 - Prende la parola Perderzoli, parlando di Enzo Maresca, nuovo tecnico del Parma: "Maresca incarna la nostra mentalità e idea. Avevamo caratteristiche prima del nome: l'allenatore doveva essere giovane, poliglotta, che conoscesse l'Italia e il calcio italiano. Questi erano i valori soggettivi, poi abbiamo approfondito la conoscenza con lui e abbiamo ricevuto input positivi. Maresca è un ragazzo che trasmette cose positive". 

Franco Vazquez può arrivare?
"Tutto nasce dal rapporto con Maresca, hanno giocato insieme a Palermo. Ma parliamo di un giocatore del Siviglia e che mi risulta voglia continuare lì". 

Su Junior Firpo che piace al Milan.
"E' un giocatore importantissimo, va capita la convivenza con Theo Hernandez, che è tra i migliori al mondo. Può essere un vice? Può essere". 

Sulla questione economica nel calcio:
"E' un tema che esula dai paesi. Si può intervenire in vari modi, la prima cosa è dai costi del cartellini: spesso l'ingaggio è determinato e proporzionato dal cartellino. Quando strapaghi un giocatore non puoi risparmiare sull'ingaggio".  

Cosa succederà all'Inter?
"Il popolo cinese ama il calcio, sempre di più. Puntarci è stata una scelta politica, ma poi gli stadi si sono riempiti. Quando andavamo a giocare in provincia, in posti non famosi, erano sempre in 20-25mila. La passione stava nascendo, ma è un calcio centralizzato in cui le grandi decisioni vengono prese dal governo centrale. E da qui nasce tutto. Difficile capire cosa succederà, bisognerebbe essere dentro per capirlo. La lettura dei messaggi che arrivano, dalle dichiarazioni del presidente Zhang e l'addio di Conte, rendono chiaro che l'Inter dovrà rientrare, e per farlo velocemente c'è una strada sola: dovranno vendere i giocatori. La proprietà mi sembra ben cosciente del momento e lo si vede da come si sta comportando". 

Il calcio di Allegri è un calcio vecchio?
"Il calcio si evolve, così come lo fanno i protagonisti. Non posso pensare che Allegri non si sia adattato". 

Cristiano Ronaldo è stato amato dai suoi allenatori alla Juventus?
"Non lo so, è indispensabile che qualcuno lo amasse? Ha superato i cento gol in tre anni. E' un dato troppo eclatante per essere messo da parte". 

23.55 - Si chiude la trasmissione.