LIVE! Pecchia: "Miglior partita della stagione per certi aspetti, può valere più di una vittoria"

10.12.2023 19:00 di Tommaso Rocca   vedi letture
LIVE! Pecchia: "Miglior partita della stagione per certi aspetti, può valere più di una vittoria"

19.00 - Termina la conferenza stampa.

Perché aspettare così tanto prima di mettere una punta?
"Tra i tanti consigli dalla tribuna, questo è stato più insistente (ride ndr). La squadra comunque teneva, poi abbiamo trovato subito il 2-1 e Bonny si sfilava e, pur non avendo nessuno in area, potevano entrare gli esterni. La squadra mi dava un certo equilibrio, Bonny, pur con caratteristiche diverse,  è un attaccante. Questo è il motivo per cui ho fatto il cambio solo quando non ne aveva più e nel finale avevamo tanti attaccanti, anche Benek e Charpe. Vedevo la squadra ordinata, che creava, avevamo avuto occasioni da gol".

C'è qualcosa che non ti è piaciuto?
"Ciò di cui parlavamo prima, sono situazioni su cui lavoriamo molto. Possono passare tanti palloni in area in quel modo, siamo la squadra che crossa di meno a livello statistico, ma quella che mette più palloni da dentro l'area sul dischetto. Arriviamo lì ma per tutta la mole che costruiamo concludiamo troppo poco, dobbiamo migliorare".

In certi tratti è mancata una punta...
"Anche da dietro la panchina mi arrivano consigli sui cambi (ride ndr). Li accetto, li tengo stretti. Su questo dobbiamo lavorare, occasioni vere magari non sembra ce ne siano perché il portiere non para, però quando passano tanti palloni in quel modo dobbiamo coprire meglio la porta. Non necessariamente serve una punta di ruolo, tanti giocatori possono farlo".

Dopo Firenze avete giocato a prescindere da stanchezza e complimenti ricevuti...
"Abbiamo fatto una grande partita, per l'umiltà di andarli sempre a prendere perché loro volevano provare a giocare, poi abbiamo recuperato palla velocemente. Ci siamo portati dietro le tante cose buone fatte a Firenze, ci ha dato la giusta consapevolezza ma su questa prestazione dobbiamo costruire".

Avere questa forza mentale è la differenza rispetto all'anno scorso...
"La mentalità si costruisce nel tempo, questa voglia di tenere il gruppo nelle migliori condizioni e l'aver lavorato insieme in questo anno fanno la differenza, grazie al lavoro del club e dello staff. Mihaila e Charpe hanno fatto bene anche a Firenze, non era semplice, Mihaila ha fatto assist ed era in partita, Charpentier aveva un certo Milenkovic a marcarlo che gli ha reso la vita difficile. A me interessa l'atteggiamento e la voglia di stare in gruppo, sulla parte tecnica c'è tempo per lavorare, non mi preoccupa". 

Mihaila torna al gol, in questa attesa come si è evoluto il lavoro con Mihaila? E' tornato al gol anche Estevez...
"Estevez ha giocato più partite, possiamo aspettarlo meno. Di Mihaila ne parlavo ieri, per lui è importante aver trovato condizione e continuità, il gol gli può dare il giusto stato d'animo, avremo un giocatore in più".

Si aspettava un Palermo così chiuso?
"Inganna, dopo due minuti cambia la dinamica della gara quando si va in vantaggio. Forte reazione nostra, abbiamo subito cercato il pareggio, con il 2-0 poi si è indirizzata in quel modo, non so come sarebbe stata se non fosse andata così. Penso alla mia squadra, abbiamo fatto ciò che sappiamo, siamo stati per l'85% del tempo dentro la metà campo avversaria".

La zona Cesarini ormai è zona Parma.
"Premio per il gruppo. Quando si crea questa voglia di cercare il gol, in certi momenti poi arriva anche quella buona dose di fortuna che indirizza le cose. C'era il clima giusto, perderla sarebbe stata una grande delusione, bravi ai ragazzi. Oggi è zona Charpentier, domani sarà zona Bonny, Partipilo, chiamatela come volete".

Psicologicamente è come una vittoria?
"Per me di più. Dobbiamo essere bravi ancora di più a costruire su questa prestazione".

L'anima è Bernabé, ovunque viene messo. Da dieci e lode...
"Ha fatto la partita, sono contento, però parliamo anche di Coulibaly. Vero, Adrian soprattutto nel secondo tempo è stato accentratore, riesce a dar qualità e quantità, bella prestazione, ma voglio sottolineare la prestazione di Coulibaly, era dura per chi passava da lì nonostante venisse da centoventi minuti a Firenze".

Nello spogliatoio cosa lascia un punto ottenuto così?
"Sicuramente mentalità, le partite finiscono al novantesimo, come dice Boskov. Consapevolezza e amore, ci siamo baciati in spogliatoio (ride ndr). Un punto contro una squadra forte, sono stra felice. Giusto premio per i ragazzi, forse meritavamo una vittoria ma un pareggio così forse vale di più".

Il più felice sembrava Mihaila, sollevato dal gol...
"Sì per Valentin son molto contento. Era entrato bene, aveva già avuto una occasione in area. Il gol era in dirittura di arrivo, lo avevo detto, io continuo a dirlo, abbiamo bisogno di tutti. I ragazzi devono aver l'intelligenza per capire il momento, quando si sta fuori si è ancora in gruppo e bisogna farsi poi trovare pronti quando chiamati in causa. Mihaila viene da un percorso lungo, era tempo che non trovava il gol con il Parma, questo spero possa dargli serenità".

Meriti di Brunori sul gol, voi avete comunque reagito...
"Ha fatto un grandissimo gol di sinistro, lo conosco Matteo, ha fatto due gol fantastici. Ha qualità in area e sa giocare con entrambi i piedi. Il terzo poteva ammazzare la partita, ma siamo rimasti lì con lucidità fino alla fine, la voglia di cercare il gol ci ha premiati. Sicuramente potevamo fare meglio sul terzo gol, ma forse non l'avremmo poi recuperata".

Una giornata incredibile, pareggio che sta anche stretto. Questa squadra non molla mai. Ti era già capitato?
"Sì, ma è quello che dicevo ai ragazzi. Anche noi ne abbiamo presi due nel finale a Firenze, ci sono tanti episodi. Sarebbe stato un delitto perderla ma al novantesimo eravamo sotto di due gol, è un dato di fatto. La prestazione migliore per qualità, intensità, ritmo e continuità, ci è mancato il gol, ma ho visto una squadra consapevole, che ha dominato ed è rimasta lucida. Nonostante il doppio svantaggio, con consapevolezza abbiamo continuato a dominare in lungo e in largo. Vedere esultare il Tardini è fantastico, anche se è solo un pareggio".

18.42 - Inizia la conferenza stampa.

18.40 - Il Parma in extremis strappa un punto al Tardini contro il Palermo, grazie alla rete di Charpentier. Una gara dalle mille emozioni, chiusa con un rocambolesco 3-3. Tra pochi minuti, mister Fabio Pecchia parlerà in conferenza stampa dalla sala stampa dello Stadio Tardini.

Leggi tutte le ultime novità sul Parma su Twitter! Diventa Follower
VUOI COLLABORARE CON PARMALIVE.COM? SCRIVICI!
Segui tutte le news di ParmaLive.com su Facebook: cllicca "Mi Piace"!
Tutte le novità del nostro sito sono anche su Instagram: seguici!