LIVE! Liverani: "Tanta emozione. Se uscirà qualcuno ci sarà un'entrata"

04.09.2020 15:10 di Alessandro Tedeschi Twitter:    Vedi letture
LIVE! Liverani: "Tanta emozione. Se uscirà qualcuno ci sarà un'entrata"

15.05 - Si chiude qui la conferenza stampa di presentazione di Fabio Liverani, con il direttore sportivo Marcello Carli che ha anche fatto il punto della situazione sul mercato, dando diverse risposte importanti. Grazie per aver seguito la conferenza stampa con noi di ParmaLive.com.

Gervinho, andrà via?
"Si sta allenando, ha avuto un piccolo risentimento. Se ci saranno le condizioni perché lui vada via, condizioni che devono essere importanti per lui e per noi, valuteremo. Ma devono essere condizioni che portino anche noi a stare sereni. Gervinho è un giocatore internazionale, con un mercato importante"

Darmian, trattativa con l'Inter?
"C'è un discorso con l'Inter impostato dalla scorsa stagione. Ne stiamo parlando".

Bruno Alves, resterà a Parma?
"E' un giocatore fortissimo, si sta allenando e quello che succederà lo vedremo. Se arrivano offerte importanti le valuteremo. Vogliamo puntare su questa rosa che abbiamo a disposizione. Finora non abbiamo venduto nessuno. Stiamo lavorando, cercando di inserire ragazzi il prima possibile e abbassando l'età media"

Traoré e Colley?
"Sono diversi i profili interessanti. Dobbiamo avere 18/20 titolari quest'anno, con le cinque sostituzioni. Sarà importante la qualità ed il numero di giocatori nella rosa. Traoré e Colley sono idee che abbiamo e ne abbiamo parlato. Nessuno si può privare di giocatori in questi giorni per le Nazionali perché ci si allena male con numeri ridotti. Ma sono due nomi che ci interessano"

Prende la parola Carli: "Siamo tutti i giorni insieme con mister e società. Non gli vogliamo smontare la squadra. Se arrivano offerte importanti le prenderemo in considerazione. Come fanno tutti, anche Juventus e Atalanta. Il mercato non è partito, ci saranno tre partite a mercato aperto. Stiamo impostando qualche trattativa. Ma abbiamo acquisti in casa che per un motivo o un altro non hanno dato quanto sperato. Vorremmo abbassare l'età media della squadra, per portare il Parma a migliorare la posizione e con un'idea di calcio diversa. Qualche giorno e qualche cosa faremo, con trattative già ben impostate".

Squadra molto simile all'anno scorso, come si adatterà la rosa?
"Ci mancherà un terzo dei gol fatti. E non è poco. Abbiamo giocatori esperti e di grande qualità, adeguarsi ad un calcio differente non sarà un problema. C'è una grande base da poter gestire e poter plasmare"

Serie A diversa causa Covid?
"Stagione particolare di sicuro. Giocare dopo soli venti giorni di allenamento e con le Nazionali di mezzo sarà molto atipico per tutti. Il non pubblico è un dato negativo: senza gente e senza passione è tutto più brutto. Speriamo si possa aprire almeno parzialmente. Credo che un'idea del campionato la potremo avere dopo 8/10 partite"

Come è nata la trattativa Parma?
"Quando ho una percezione di fiducia in chi mi contatta per me il resto passa in secondo piano. A Parma ho trovato tutto questo. Dopo tre anni in una piazza a cui sono molto legato, succede di avere mille dubbi. Finire il campionato il 3 agosto, mi ha fatto sorgere qualche dubbio. Ma il Parma è uscito lontano dalla mia scelta di fermarmi da Lecce. Scelta dovuta a miei pensieri personali, non c'era nulla con il Parma".

Gervinho e Karamoh?
"Gervinho è un giocatore esperto di grandissime qualità. Karamoh è una scoperta che si deve abituare ad un certo tipo di calcio. Sono due giocatori del Parma e ci contiamo, se arriveranno offerte le valuteremo, ma dovranno portare vantaggi a tutti, società, allenatore e giocatore stesso"

Che tipo di allenatore è Fabio Liverani?
"Cerco di essere equilibrato ed avere idee per la mia squadra, anche confrontandomi con l'avversario. Non totalmente su di me e non totalmente sull'avversario"

L'anno scorso a Lecce tantissimi sono stati i gol subiti:
"A Lecce ho fatto un campionato di C con seconda miglior difesa. In B quarta miglior difesa. L'anno scorso c'erano difficoltà e lo sapevamo. Avevamo deciso di rischiare puntando gli investimenti su qualche gol in più davanti. Purtroppo non è andata bene, siamo retrocessi tra tante difficoltà. L'obiettivo era quello di lottare fino all'ultimo minuto e lo abbiamo fatto. Non c'è fase offensiva senza fase difensiva"

Ci sono giocatori su cui lei ha posto il veto per la cessione?
"So l'idea del direttore sportivo e la partecipazione della società. Siamo sulla stessa linea d'onda. Per decidere una cessione o no serve unità d'intenti. Ma non metterò mai il veto ad una cessione se porta grande guadagno alla società. Ad un uscita dovrà seguire un'entrata, in una stagione compressa in otto mesi e con cinque sostituzioni a disposizione". 

Come si prepara una stagione in così poco tempo?
"Abbiamo poco tempo, dovremo esser più veloci. Ad oggi il gruppo è cambiato poco, dovrò adeguarmi io ed entrare piano piano, senza stravolgere le conoscenze. Ogni allenatore ha dei principi, non credo ci sia un giusto e uno sbagliato. Si cerca di plasmare la squadra secondo le proprie idee. Ma serve tempo e ne abbiamo poco. Cercheremo di portare le nostre idee, senza stravolgere nulla e senza fretta. Non dobbiamo togliere certezze ai giocatori"

Il modulo? Il trequartista verrà usato?
"Difesa a quattro e centrocampo a tre. Poi davanti vedremo le caratteristiche a disposizione. COn l'addio di Kulusevski e Caprari abbiamo perso dei gol, e dovremo cercare questi gol da qualche altra parte. Se dovesse andare via qualcuno cercheremo soluzioni adeguate, poi ci metteremo in campo secondo le caratteristiche dei giocatori"

Cosa si aspetta da questo primo anno a Parma?
"Chiarezza sul progetto è stata la prima cosa e l'ho condiviso con società e direttore. Il mio pensiero di gioco è quello di avere dei punti saldi, ci potranno essere momenti di difficoltà ma dovremo fare leva sui nostri punti di forza. Siamo quelli dell'anno scorso, un'ottima base su cui lavorare. Se ci saranno cessioni ci saranno delle entrate. Questa squadra ha grandissime potenzialità. E' un gruppo che ha fatto bene e può migliorare".

Parla il tecnico Fabio Liverani: "Le emozioni sono tante. E' una società con un passato storico importante, che è sempre stata nell'elite come squadra e come ambiente. La rinascita è stata di altissimo livello, è stata data continuità nella crescita. Chi sale dalla Serie B deve avere una proprietà solida e presente alle spalle. Il lavoro svolto da D'Aversa è stato di grandissimo livello. Ho tanto entusiasmo e voglia di fare bene in questa società. In questo momento preferisco far vedere il lavoro che le parole: spero di avere presto un riscontro sul campo".

14.35 - Prende la parola Marcello Carli :"Siamo strafelici che Fabio abbia iniziato a lavorare con noi. Crediamo tantissimo in lui, è un allenatore con potenzialità enormi. Crediamo in lui, io e la proprietà, spero rimanga qui qualche anno e che quando andrà via sarà perché troppo bravo per noi"

14.30 - Ancora qualche minuto di attesa poi sentiremo le prime dichiarazioni da tecnico gialloblu di Fabio Liverani. Accanto a lui siederà il direttore sportivo Carli.

14.10 - Inizierà tra pochi minuti la conferenza stampa di presentazione del nuovo tecnico crociato Fabio Liverani, che potrete seguire qui in diretta Live grazie al nostro inviato presso la Sala Stampa dello Stadio Tardini. Ascolteremo le prime parole del nuovo allenatore del Parma, chiamato a raccogliere l'eredità di mister D'Aversa e ad inaugurare il nuovo ciclo crociato, in compagnia del ds Marcello Carli. Inizio fissato per le 14.30, quindi ancora pochi minuti di attesa.

Leggi tutte le ultime novità sul Parma su Twitter! Diventa Follower
VUOI COLLABORARE CON PARMALIVE.COM? SCRIVICI!
Segui tutte le news di ParmaLive.com su Facebook: cllicca "Mi Piace"!
Tutte le novità del nostro sito sono anche su Instagram: seguici!