LIVE! D'Aversa: "Primo rigore netto, bravo Kulusevski nel penalty del 2-1"

Diretta scritta su ParmaLive.com. Aggiorna la pagina per seguire il LIVE in diretta!
22.07.2020 22:50 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
LIVE! D'Aversa: "Primo rigore netto, bravo Kulusevski nel penalty del 2-1"

Termina qui la conferenza dell'allenatore crociato. Grazie per averci seguito.

Stasera l'arbitro ha fischiato tre rigori. 
"Quello su Grassi era netto, quello dato al Napoli non l'ho rivisto. Bisogna considerare che il calcio è uno sport in cui le braccia sono importanti per l'equilibrio, per saltare di testa. Si sta un po' esasperando questa situazione, a volte ci sono interpretazioni diverse. Però così come abbiamo sbagliato noi, possono sbagliare anche gli arbitri. Per quanto riguarda il terzo rigore, Kulu è stato bravo e malizioso nel cadere al momento giusto, però il giocatore del Napoli gli è franato sopra".

Vi date un obiettivo per le prossime partite?
"Noi non abbiamo mai sognato, abbiamo solo lavorato, possibilmente per soddisfare i sogni dei nostri tifosi. Sotto l'aspetto dell'impegno e dell'attaccamento, non siamo mai venuti meno: i risultati possono far pensare il contrario, ma è stata una questione mentale. Ora ragioniamo partita per partita, l'obiettivo è quello di fare più punti possibili".

E' stata una tattica quella di inserire i titolari nella ripresa?
"No, se ho deciso di far giocare dal 1' Caprari, Karamoh e Siligardi è perché in questo momento sono più prestativi dall'inizio rispetto a Gervinho e Kulusevski. Purtroppo il mio ruolo è particolare: se si vince, le scelte sono giuste; se si perde, sono errate. Abbiamo commesso degli errori che devono servirci da lezione".

Il Parma si è spesso fatto rimontare nei secondi tempi.
"Abbiamo perso dieci punti, sono tanti".

Che mese è stato per il Parma?
"Siamo l'unica squadra che sta in quarantena: può immaginare che quando non si riesce a portare a casa un risultato, alleggerire l'aspetto mentale non è semplice in un contesto del genere. In più non è semplice giocare ogni tre giorni con tanti giocatori fermi per infortunio. Ma siamo ambiziosi e non vogliamo crearci alibi: le responsabilità sono da addossare su noi stessi. Dev'essere per noi un percorso di crescita. Stasera i ragazzi hanno dato tutto per ottenere matematicamente l'obiettivo".

Il tuo futuro?
"Il mio futuro è il Brescia, penso alla prossima partita. E' vero che abbiamo 43 punti, ma l'obiettivo dev'essere quello di arrivare il più in alto possibile".

Questa squadra potrà puntare all'Europa in futuro?
"A volte ci andiamo a creare delle problematiche da soli, ci dimentichiamo da dove siamo partiti. Bisogna ragionare per step, gli obiettivi li pone la società. Nel momento in cui si è iniziato a parlare di Europa, ho detto pubblicamente che non siamo strutturati per lottare per l'Europa. Questo però non significa che non lavoriamo per migliorare, e l'abbiamo dimostrato con Inter e Verona. Si può sognare, per carità, però dopo ciò non deve ritorcersi contro. Se si vuole ambire a quello, bisogna essere strutturati per cercare di ambire a quello".

Salvezza raggiunta, però ad un certo punto si parlava di Europa.
"Noi siamo ripartiti col pareggio di Torino e con la vittoria strameritata col Genoa. Dopo abbiamo fatto una gara importante con l'Inter, ma non sto qui a parlare di ciò che è successo: noi dobbiamo ragionare solo su dove possiamo migliorare. Però ci sono delle circostanze che hanno influito molto su alcuni risultati. In un momento così importante della stagione, situazioni sfavorevoli simili possono pesare a livello mentale. Non ci siamo mai creati alibi, abbiamo pensato solo a lavorare: la salvezza matematica è arrivata solo oggi, ma credo non sia mai stata in discussione".

Prende la parola il mister gialloblù: "Spesso e volentieri ci facciamo influenzare dai risultati per esprimere dei giudizi, ma sotto l'aspetto dell'impegno potevo rimproverare poco ai miei ragazzi. Stasera ci siamo ripresi una parte di quei punti che abbiamo lasciato per strada: c'è ancora del rammarico per gli ultimi risultati".

22.10 - Amici di ParmaLive.com siamo in attesa di Mister Roberto D'Aversa, che a breve commenterà la vittoria ottenuta negli ultimi minuti contro il Napoli che è valsa ai crociati la salvezza. Un due a uno segnato da tre calci di rigore, che garantiscono al Parma la matematica permanenza in Serie A, dopo un campionato per lunga parte giocato nella parte sinistra della classifica. A breve tutte le dichiarazioni, che potrete seguire qui grazie al nostro LIVE!