D'Aversa: "Troppo remissivi in partenza. Essere 'bellini' in Serie A non serve"

10.04.2021 20:42 di Mattia Ricucci   Vedi letture
D'Aversa: "Troppo remissivi in partenza. Essere 'bellini' in Serie A non serve"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Roberto D'Aversa parla ai microfoni di Sky ha parlato a margine della sconfitta subita dai crociati per 3-1 al Tardini contro il Milan di Stefano Pioli: "Sicuramente nel secondo tempo ma anche quando eravamo in parità numerica. più che altro non siamo stati bravi a sfruttare la superiorità numerica e a concretizzare. Ma la partita l'abbiamo compromessa nel primo tempo al cospetto di una squadra forte ma che veniva da una prestazione deludente con la Samp, potevamo metterla in difficoltà anche se non meritavamo la sconfitta".

Potevate avere qualcosa in più da giocatori esperti come Gervinho.
"L'ho tolto ma in realtà in tanti nel primo tempo hanno fatto una prestazione sotto ritmo, è responsabilità di tutti. Se avessi potuto li avrei cambiati un po' tutti, basta analizzare i due gol subiti nel primo tempo. Non possiamo permetterci di buttare partite così se ci vogliamo salvare"

E' mancata cattiveria:
"Non possiamo partire in maniera così remissiva. In tanti potevano fare meglio, come Kuco e Pellè, la squadra è stata troppo remissiva e rinunciataria nella prima frazione. Nel secondo tempo è andata un po' meglio".

Perché i punti si sono dimezzati rispetto all'anno scorso?
"Negli anni passati l'obbiettivo era stato già praticamente raggiunto nella prima parte della stagione mettendo da parte punti per la salvezza. Quest'anno da quando sono tornato anche se prendiamo ancora troppi gol, siamo diventati più pericolosi con buone prestazioni. Ma concediamo gol troppo facilmente, questo problema gli anni passati non lo avevamo. Per quanto riguarda la motivazione non so risponderti altrimenti avrei già risolto il problema".

E' contento al di là dei risultati di come è riuscito a migliorare la squadra tecnicamente?
"Preferirei avere queste statistiche un po' più basse, come in passato, ma qualche punto in più. La squadra tecnicamente è migliorata ma essere "bellini" in Serie A non serve per una squadra che si deve salvare. Guardiamo a errori come il con Traorè sul 3-1".