D'Aversa a Sky: "Orgoglioso di questi ragazzi. Gervinho? Parliamo di chi dà tutto per la maglia"

01.02.2020 20:20 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
D'Aversa a Sky: "Orgoglioso di questi ragazzi. Gervinho? Parliamo di chi dà tutto per la maglia"

Intervenuto ai microfoni di Sky Sport, Roberto D’Aversa ha commentato il pareggio contro il Cagliari: “Questi ragazzi stanno dimostrando fin dalla prima di campionato che vanno alla ricerca del risultato, non semplice e facile, nonostante le difficoltà e le assenze. Sono orgoglioso di loro”.

Oggi si è divertito a spostare i suoi giocatori:
“Stasera avevo soluzioni in panchina. Caprari è forte e mi fa aumentare il potenziale offensivo, come Sprocati che è entrato bene. Oggi avevamo la lacuna come centravanti perchè ho solo Cornelius. Le caratteristiche mi permettono di diversificare”.

C’era bisogno di prendere Radu?
“Colombi mi dà ampie garanzie perché ha sempre fatto bene quando chiamato in causa L’arrivo di Radu è perchè saremmo potuti rimanere scoperti se fosse successo qualcosa a Colombi. Ha mantenuto il risultato in equilibrio, è stato un risultato meritato, abbiamo sofferto il secondo tempo ma il risultato è giusto”.

Gervinho rimane?
“C’è stato un problema di ritardi non so. Gervinho ha fatto la stagione migliore della carriera grazie a questo gruppo. Per me la cosa che conta è il gruppo, considerando che questa società ha fatto tornare a giocare a calcio Gervinho dopo che aveva smesso di farlo per due anni e mezzo in Cina"”.

Si potrebbe ripartire come se niente fosse?
“Non mi sento di parlare di Gervinho, ma di Iacoponi, Colombi, Cornelius, ragazzi che danno tutto per questa maglia. Gervinho farà le sue valutazioni, noi ci esprimeremo di conseguenza.”

Quanto stimola allenare un gruppo così diverso?
“E’ importante. Hanno caratteristiche diverse. Kurtic ha fatto l’attaccante perché nello sviluppo dell’azione veniva a giocare dentro. Kurtic mi ha permesso di vincere due partite, sono contento per Caprari ma manca un attaccante davanti perché abbiamo perso Inglese e Gervinho vedremo”.

Il Parma gioca sempre meglio. L’anno scorso faceste bene all’andata, ora siete ripartiti col passo giusto:
“L’anno scorso abbiamo avuto infortuni nel girone di ritorno. Non dimentichiamo che venivamo dal doppio salto con giocatori che la A l’avevano fatta poche volte. Ora abbiamo giocatori con più qualità come Darmian, Hernani, siamo migliorati anche sotto l’esperienza con Iacoponi, Scozzarella, giocatori che hanno più esperienza dopo un anno. Era inevitabile sfruttare al massimo le caratteristiche, quando nel girone di ritorno ti viene a mancare Inglese e Gervinho il girone di ritorno è stato influenzato. Gli episodi ti fanno cambiare, con la SPAL vincevamo 2-0, fosse finita diversamente avremmo fatto un girone diverso. Quello che mi preme è che le esperienze passate non ci facciamo ricommette errori, dobbiamo fare tesoro ma senza fare polemica qualcosina a livello numerico ci manca. Cerchiamo di fare meglio del girone d’andata, lavoriamo per questo”.

Cosa manca?
“Nel momento che si è fatto male Inglese abbiamo solo Cornelius. Se gli viene un raffreddore ci manca il centravanti”.