Baraye: “Parma la miglior squadra in cui ho giocato. Molti giocatori forti che non conoscono il calcio italiano”

05.05.2021 22:32 di Redazione ParmaLive.com   Vedi letture
Fonte: a cura di Marco Bellezza
Baraye: “Parma la miglior squadra in cui ho giocato. Molti giocatori forti che non conoscono il calcio italiano”
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Nel corso dell’intervista in esclusiva rilasciata ai microfoni di ParmaLive.com (leggi qui l'intervista integrale), Yves Baraye, ex attaccante del Parma che ora milita nel Gil Vicente, club della massima serie portoghese (Liga NOS) ha commentato la recente retrocessione del Parma. L’ala senegalese ha vissuto in prima persona la risalita della squadra emiliana, indossando la maglia crociata e dando un contributo fondamentale per la conquista del campionato di Lega Pro nella stagione 2016-2017. Di seguito le parole rilasciate dall’ex crociato riguardo la retrocessione dei ducali: “Mi ha fatto molto male la notizia della retrocessione del Parma. Ormai molte persone mi associano alla squadra gialloblù perché in passato sono stato un calciatore ducale. In Senegal quando la mia famiglia e i miei amici parlano del Parma, pensano subito a me. Subito dopo l’aritmetica retrocessione del Parma, i miei amici mi hanno mandato dei messaggi per informarmi. Il Parma è la miglior squadra in cui ho giocato. Non è una notizia che mi ha fatto piacere ricevere. Mi dispiace veramente”.

Quali gli errori principali di quest'anno?
“Non posso dirli con certezza. Penso e ho notato che c’è stato un cambiamento totale. Non è mai facile cambiare una squadra intera. Ho notato che alcuni giocatori sono rimasti, ma tanti altri sono nuovi: non conoscono la lingua e non conoscono il calcio di Serie A.  Molti giocatori sono forti ma non conoscono bene il calcio italiano, devono ambientarsi prima. Come anche nel mio caso: ora sono in Portogallo ma il primo anno ho fatto un po’ di fatica per ambientarmi. Inoltre è stata proprio una stagione sfortunata, guardando le partite ho notato che molte volte il Parma si è fatto rimontare”.