I giornali incensano Gervinho e Kulusevski. Lodi e gloria anche per Gagliolo

15.12.2019 13:08 di Giuseppe Emanuele Frisone   Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
I giornali incensano Gervinho e Kulusevski. Lodi e gloria anche per Gagliolo

Sono soprattutto due i giocatori del Parma a essere premiati come migliori in campo dai giornali, per quanto riguarda le pagelle post-Napoli. Si tratta, come spesso accade, dei due marcatori: Gervinho e Dejan Kulusevski. Troppo importanti, troppo decisivi nell'economia della partita di ieri, con i due gol che hanno stesso gli azzurri rendendo amarissimo il debutto di Gattuso sulla panchina partenopea. Ma c'è gloria anche per Gagliolo, premiato con un bell'8 dalla Gazzetta di Parma: da sottolineare la sua gara perfetta e senza sbavature con la quale ha annullato un gran giocatore come lo spagnolo Callejon.

ParmaLive.com
Kulusevski migliore in campo. Voto 7.5: "Subito in palla, sfrutta al meglio il regalo di Koulibaly ed è intelligente nel tagliare la strada al senegalese non facendolo rientrare, battendo Meret in uscita. Con l’uscita prematura di Cornelius torna a fare il falso nove come contro Inter e Fiorentina e fa tanta fatica ma al novantaquattresimo dimostra tutta la sua classe con un assist perfetto per il gol partita di Gervinho".

Gazzetta di Parma
Gagliolo migliore in campo. Voto 8: "Callejon si sognerà Gagliolo per un bel pezzo".

Tuttosport
Gervinho e Kulusevski migliori in campo. Voto 7: "Parma sbancanapoli, Gervinho gela Gattuso nel recupero".

Corriere dello Sport
Gervinho e Kulusevski migliori in campo. Voto 7.5: "Gervinho vola, Kulusevski fa la differenza".

TMW
Kulusevski migliore in campo. Voto 7.5: "Non è al top ed è anche capibile: nei suoi primi quattro mesi da professionista non ha saltato una gara, D'Aversa lo tiene in campo anche oggi novanta minuti e oltre, una scelta che si rivela quanto mai azzeccata. Dopo il gol, l'assist: è il sesto. Classe 2000, what else?".

Gazzetta dello Sport
Gervinho migliore in campo. Voto 7.5: "Belle le sue sgommate con Manolas, Meret gli nega due gol ma trova la forza per l'ultimo strappo: quello decisivo".