PL - Lauria: "Salvezza in primavera, spero di esserci con la Roma"

24.12.2018 20:45 di Sebastian Donzella   Vedi letture
© foto di Giovanni Padovani
PL - Lauria: "Salvezza in primavera, spero di esserci con la Roma"

Natale è tempo di auguri, cene ma anche...ricordi. E siamo sicuri che più di un tifoso gialloblù, sotto l'albero, penserà al Parma che, in Serie D, riuscì a lasciarsi alle spalle un'annata orribile. Per aiutarvi a ricordare (anche se non ce ne sarà bisogno), ParmaLive.com vi offre l'intervista a Fabio Lauria, uno che non ha bisogno di presentazioni. 

Fabio, segui ancora i crociati?
"Ovviamente. Mi tengo sempre aggiornato e, quando posso, ritorno con grande gioia al "Tardini". Quest'anno ho visto forse la partita più bella giocata dai ducali, contro la Juventus. Il risultato non è stato dei migliori ma ciò non toglie che i ragazzi di D'Aversa hanno disputato un bellissimo primo tempo e avrebbero anche meritato di più. Spero di tornare il prima possibile: difficile riuscirci a Firenze ma mi sto attrezzando per la partita con la Roma. Tornare a Parma per me è sempre un piacere, ho lasciato tantissimi amici: allo stadio non vedo solo la partita ma saluto tanta gente che mi vuole ancora bene".

Tre anni fa Parma-Sammaurese, tra due giorni Fiorentina-Parma.
"È la bellezza di questo miracolo sportivo di questi tre anni. La città si è unita tutti, la dirigenza pure, il capitano ha unito tutti. Tre promozioni in tre anni non credo sarà facile per nessun'altra. Quella fu l'unica partita in cui fummo a un passo dalla sconfitta, poi un gol bellissimo di Melandri ci permise di passare le vacanze un po' più tranquilli. Quel match ci fece capire che, anche nei momenti di difficoltà, avevamo la consapevolezza di essere forti".

Quel pari vi permise di mantenere sette punti sulla seconda in classifica. Quello col Bologna del weekend ha permesso all'attuale squadra di rimanere a +9 sulla zona retrocessione...
"Le affinità ci sono (ride NdR). Diciamo che per entrambe le squadre l'obiettivo era ed è alla portata. Il pari con i felsinei ha fatto storcere il naso a qualcuno ma in A ci sono tante variabili e poi i rossoblù devono salvarsi. La vittoria sarebbe stata meglio, ovviamente, ma questo Parma sta facendo ampiamente il suo dovere".

A Natale puoi...sognare. L'Europa resta a tre punti.
"Diciamo che vedere i crociati in zona Europa League è stato magnifico e anche gratificante per chi vestiva la maglia crociata qualche anno fa. Poi, con onestà, bisogna dire che quella continentale non è ancora la dimensione dei crociati: ci sono società più titolate, l'obiettivo primario dichiarato dai gialloblù è la salvezza e credo possa arrivare facilmente".

Torniamo alla realtà: quando può salvarsi questo Parma?
"Facendo i debiti scongiuri, la salvezza può arrivare con largo anticipo. Credo che tra marzo e aprile i ducali potranno dare il giusto strappo per mantenere la Serie A, la parte più importante dei campionati arriva in Primavera. Anche se quest'inverno non sarà semplicissimo per i gialloblù tra Fiorentina, Roma e la trasferta a Udine".

Chi è il Lauria di questo Parma?
"Con le dovute differenze, visto che parliamo di Serie A, direi Di Gaudio. Ci somigliamo, per caratteristiche fisiche e tecniche, seppur a piede opposto".

Senti ancora i tuoi ex compagni?
"Come no! Da dicembre sono al Rezzato con Giorgino e Coly. Poi capitan Lucarelli mi ha sempre invitato alle sue iniziative, con Ale abbiamo un bellissimo rapporto. Parma è stata una tappa bellissima della mia carriera: mi ha lasciato tante amicizie e tanto affetto, sia tra chi ha vissuto lo spogliatoio sia tra chi ci seguiva sugli spalti. Ogni volta che torno in città mi sento orgoglioso, Parma è una seconda casa per me.".

Capitolo mercato: secondo te cosa serve a gennaio?
"Da tifoso dico che c'è poco da fare. La squadra è ben coperta in tutti i reparti, soprattutto in attacco. A meno che qualcuno non voglia trovare più spazio altrove e quindi bisognerà sostituirlo. A centrocampo la coperta è abbastanza lunga nonostante il Ko di Grassi: peccato, quest'anno il Parma ha perso un ottimo giocatore".

E Lauria?
"Fino a dicembre era Modena con Apolloni, poi sono andato via e, come detto, ora mi sono spostato a Rezzato. Siamo in zona playoff in un girone difficile che vede attualmente come capolista il Mantova. Lotteremo fino alla fine per il vertice".

Grazie e Buon Natale!
"Ne approfitto per fare gli auguri a ParmaLive.com, ai tifosi, alla società, ai giocatori vecchi e nuovi e a tutta la Parma sportiva. Auguroni di cuore a tutti voi e Forza Parma!".