PL - Adailton: "Hernani va aspettato, l'approccio la pecca contro il Verona"

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA
01.11.2019 13:00 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
PL - Adailton: "Hernani va aspettato, l'approccio la pecca contro il Verona"

Presente allo stadio martedì per Parma-Hellas Verona, l'ex attaccante del Parma Adailton, intervistato dalla redazione di ParmaLive.com, ha commentato la gara contro gli scaligeri, parlando anche del suo connazionale Hernani, in difficoltà in questo inizio:

Che Parma ha visto?
“Non è stata una partita facile, sono quelle gare in cui gli episodi cambiano il piano preparato. Il Parma ha preso il gol prestissimo e questa cosa ha cambiato sicuramente il piano preparato da D’Aversa. Il Verona è una squadra che si difende molto bene, concede poco agli avversari e lo si è visto anche contro avversari più forti come a Torino con la Juve. Il risultato alla fine penalizza la prestazione”.

L’approccio forse non è stato dei migliori:
“Sì, è stata la pecca del Parma, non è partita subito con quell’intensità di cui hai bisogno in partite contro squadre come il Verona. E’ partito un po’ lento anche per studiare l’avversario, e si è ritrovato sotto di un gol. Poi è sempre difficile riprendere in mano la partita e dalla metà del primo tempo in poi il Parma è uscito. E’ stato un momento di voglia ma a livello tecnico ci sono stati tanti errori”.

Quanto è mancato il centravanti di peso?
“Secondo me è quello che è mancato al Parma, non avere un centravanti di peso ha fatto far fatica nel gioco. Gli esterni sono bravissimi ma hanno bisogno di quel riferimento che permette a Gervinho di giocare quei dieci/quindici metri più avanti. Il Parma è stato un po’ penalizzato”.

Da giocatore di qualità qual era lei, cosa ne pensa di Kulusevski?
“E’ un giocatore molto bravo, ha grandissima qualità. E’ difficile però dare a lui tutto il peso dell’attacco. Non deve essere lui il trascinatore, è un giocatore che ancora deve fare parte di un sistema. Ha grandissime qualità, nel futuro sarà un giocatore importante per il campionato italiano”.

Uno dei colpi estivi, Hernani, sta facendo fatica: ha ancora bisogno di tempo?
“E’ sempre difficile adattarsi alla Serie A da subito. Lui ha grandissime qualità, bisogna valutare il suo lavoro settimanale. Può essere un giocatore determinante per il centrocampo del Parma, può dare quella qualità in più, trovare gli spazi con l’ultimo passaggio, ha grande calcio. Deve capire il più velocemente possibile i meccanismi della squadra e di questo campionato per essere determinante come tutti si aspettano. Ci vuole un po’ di tempo però anche lui deve accelerare i tempi perché la squadra ha bisogno di un giocatore con le sue qualità”.

Nella lotta salvezza come vede il Parma?
“Penso che il Parma abbia tutte le carte in regola per fare bene, quando D’Aversa avrà di nuovo tutta la rosa a disposizione potrà ottenere la salvezza anche se non so quanto tranquilla perché quest’anno la qualità del campionato si è alzata. Le squadre che si devono salvare sono sempre più strutturate, hanno più esperienza. E’ sempre più difficile ma il Parma ha le carte in regola”.

Alla prossima ci sarà la Fiorentina: quale può essere il piano tattico?
“Ho visto le ultime due partite della Fiorentina, con la Lazio ha fatto molto bene e con il Sassuolo ha trovato un ottimo risultato. E’ una squadra di grandissima forza avanzata, ha giocatori di grande qualità che ti possono fare male in qualsiasi momento, anche se è una squadra che ti concede qualcosa. Il Parma deve essere compatto, non abbassarsi e concedere spazi alla Fiorentina e deve essere bravo a centrocampo a chiudere gli spazi e a ripartire sfruttando le qualità migliori dei suoi giocatori, soprattutto gli attaccanti esterni”.

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA