PL - Felipe: “Maresca ha bisogno di tempo, il Parma deve diventare squadra. Un pronostico per oggi? Pareggio"

02.10.2021 12:29 di Donatella Todisco   vedi letture
PL - Felipe: “Maresca ha bisogno di tempo, il Parma deve diventare squadra. Un pronostico per oggi? Pareggio"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

A Parma ha giocato dal 2013 al 2015; a Ferrara, invece, è approdato nel 2017, rimanendoci per tre anni. Ci riferiamo al difensore italo-brasiliano Felipe Dal Bello, uno dei doppi ex eccellenti della sfida che andrà in scena questo pomeriggio al Paolo Mazza. La redazione di ParmaLive.com lo ha contattato per presentare il derby emiliano e analizzare il momento attraversato dalle due squadre.

L’inizio di campionato di Parma e SPAL non è stato all’altezza delle aspettative iniziali. Quali a suo avviso le cause? 
“Ci sono stati tanti cambiamenti, tutte e due le squadre hanno preso diversi nuovi giocatori. La qualità c’è, ora serve il tempo per far sì che entrambe diventino squadre". 

Giusto mettere in discussione Maresca? 
“Bella domanda, è difficile rispondere. Penso sia giusto dare possibilità ad allenatori meno esperti, magari con pochi anni in A o B. Maresca ha fatto una gavetta importante, ci vuole un po’ di tempo. Se non glielo dai adesso... quando? Vedere il Parma in B è sicuramente strano, considerando la storia del club. Con un po’ di pazienza ci si può però risollevare”. 

Cosa si aspetta dal Parma nelle prossime giornate? 
“Fare risultato e avere il pallino del gioco, perché ci sono giocatori davvero importanti per la categoria. Devi trasmettere anche valori importanti ai giovani. Vale per calciatori come Buffon e Vazquez, a cui questo ruolo può venire naturale. E penso anche a Danilo, che ho avuto ad Udine per due anni. Non sbaglia mai allenamento ed atteggiamento, dimostra coi fatti. E poi anche Schiattarella. Insomma, il materiale non manca”. 

Krause e Tacopina sono gli uomini giusti per ripartire? 
“Le disponibilità non mancano, mettono tanti soldi e buona volontà. Il nostro calcio ha sicuramente bisogno di nuove idee, pertanto ben venga gente così. Il calcio italiano avrebbe bisogno di quegli investimenti che da diverso tempo non ci sono più”. 

Che partita aspettarsi a Ferrara? 
“Entrambe le squadre sono propositive, giocano a viso aperto. Per i ducali sarà difficile, perché gli estensi hanno calciatori di qualità. I biancazzurri hanno due palleggiatori di qualità a centrocampo, servirà pazienza e solidità in difesa”. 

Qual è il suo pronostico?
“Diciamo un pareggio, anche perché in entrambe le città ho avuto ottimi trascorsi”.

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA