PL - Evacuo: “Col Benevento sfida in perfetto equilibrio, probabile un pari”

05.12.2020 10:30 di Donatella Todisco   Vedi letture
PL - Evacuo: “Col Benevento sfida in perfetto equilibrio, probabile un pari”
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com

Non sono molti i doppi ex di Parma e Benevento. Inevitabile ciò, considerando la tradizione calcistica completamente differente delle due squadre: i ducali negli ultimi trent’anni hanno vissuto di moltissima Serie A, qualche campionato di B, uno di C ed uno di D. I sanniti, al contrario, sono approdati per la prima volta in B soltanto nel 2016-2017 – dopo una vita tra C e qualche parentesi nei dilettanti – ed ora si ritrovano appena alla seconda partecipazione nel campionato di Serie A. Grandi, in questo caso, i meriti del presidente Vigorito. Al contrario, Kyle Krause ha come obiettivo quello di riportare il Parma ad alti livelli. Ai microfoni di ParmaLive.com si è soffermato sul momento delle due squadre  e sulla gara di domenica Felice Evacuo, ammirato in gialloblù nel 2016-2017 collezionando 19 presenze e 5 reti (a Benevento, invece, ci è stato nei periodi 2008-2011 e 2013-2014). 

Domenica si sfidano due squadre che hanno fatto parte del tuo passato da calciatore: Parma e Benevento. Che gara ti aspetti? 
“Sicuramente il Parma ha necessità di fare punti in casa. Il Benevento invece viene dal pareggio contro la Juve. Immagino i ducali giocheranno una partita d’attacco per giocare di vincere, ma lo stesso faranno anche i sanniti”. 

Che ricordi hai del tuo anno di C a Parma? Poi ci fu il passaggio all'Alessandria, con beffa in finale playoff proprio contro i ducali. Quanto fa male ancora quel ko? Torneresti indietro o rifaresti questa scelta? 
“Sicuramente in quel momento storico era la scelta più giusta da fare a livello professionale. Una scelta poi rivelatasi sbagliata e che non rifarei. Parma resta comunque un’esperienza positiva, con un’organizzazione societaria che non era da Serie C. Intravedevo le basi per un futuro nella massima serie”. 

Da Apolloni a D'Aversa: quali differenze? Ti saresti aspettato potesse arrivare in A? Come mai il tuo addio a gennaio? 
“All’inizio le difficoltà sono emerse, in quanto eravamo una neopromossa. A gennaio è stato fatto un gran mercato, risultando più potenziata. Da allora la strada è stata spianata verso la vittoria finale”.

Benevento in A dopo anni in cui non riusciva ad andare in B. Premiata soprattutto la tenacia di Vigorito.
“Il Benevento in A credo sia una chicca per la Campania, che ora non è più rappresentata soltanto dal Napoli. Si tratta della seconda volta, grazie ad Oreste Vigorito che non ha mai smesso di crederci ed ora sta raccogliendo i frutti del suo lavoro. La società è matura per questo passo, va dato merito dal punto di vista sportivo ed organizzativo. E’ un fiore all’occhiello per tutti”. 

Pronostico per domenica?
“Spero in un pareggio, per come stanno andando le due squadre credo possa essere il risultato più probabile”.

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA