Ha scoperto Sarri, ricopre ogni ruolo e dovrà muoversi: l’identikit del prossimo Ds crociato Carli

12.08.2020 23:30 di Sebastian Donzella   Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Ha scoperto Sarri, ricopre ogni ruolo e dovrà muoversi: l’identikit del prossimo Ds crociato Carli

Giocatore, viceallenatore, responsabile del settore giovanile, direttore generale e direttore sportivo. La vita calcistica di Marcello Carli è formata da tanti ruoli. E anche da tante squadre, quando scendeva in campo con i tacchetti sotto i piedi. Poi, appesi gli scarpini al chiodo, l’ex centrocampista di Cerretese, Massese, Carrarese, Empoli e Livorno ha scelto praticamente una sola squadra. Ovvero l’Empoli. Ricoprendo, dopo il ruolo a metà campo, appunto, anche tutti gli altri. Prima come secondo di Silvio Baldini, poi con i più giovani e poi da direttore, prima generale e infine sportivo. Stesso ruolo avuto a Cagliari, la società che ha puntato su di lui nelle ultime due stagioni, dopo le otto annate da dirigente in terra toscana.

Un uomo, insomma, che si è saputo adattare, passando dal campo alla scrivania. Facendo, insomma, tutto quello che serviva al momento e che il club gli richiedeva. Ecco perché questa sua duttilità può essere importante per il Parma, con un progetto tecnico ereditato da Faggiano e che dovrà essere portato avanti in poco tempo. Con Lucarelli che gli darà una grossa mano per far sì che il prossimo diesse crociato si ambienti il prima possibile. E magari scopra gli Hysaj e i Mario Rui che hanno reso grande l'Empoli. E il mister? D'Aversa o meno, Carli resta lo scopritore di Sarri...