Benevento, Inzaghi: "Parma più forte rispetto all'andata, ma noi possiamo battere chiunque"

02.04.2021 18:38 di Vito Aulenti Twitter:    Vedi letture
Benevento, Inzaghi: "Parma più forte rispetto all'andata, ma noi possiamo battere chiunque"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Nicolo' Campo

Intervenuto in conferenza stampa, l'allenatore del Benevento Filippo Inzaghi ha così presentato il match col Parma: "Tutti i nazionali sono tornati bene, anche Gaich ha recuperato al 100%. Il problema sarà fare delle scelte, ci sono tanti giocatori che stanno bene. Le mie scelte saranno solo di natura tecnica".

Con che atteggiamento affronterete il Parma?
"Noi dobbiamo avere lo stesso atteggiamento di Torino: dovremo essere spavaldi, aggressivi. Abbiamo una grande possibilità, lo sappiamo. Vogliamo fare una grande partita".

Confermerà l'assetto tattico di Torino?
"Dipenderà dai giocatori che metterò in campo. Ricordo a tutti che 24 punti su 29 li abbiamo fatti con il 4-3-2-1. Abbiamo tanti trequartisti, tutti in forma. E' un sistema che abbiamo nelle corde, in un anno e mezzo ci ha dato risultati straordinari. Dipenderà dalla scelta sull'attacco, non so ancora se Lapadula e Gaich giocheranno in coppia o varierò qualcosa. E comunque non è il sistema a farci vincere le partite, domani deciderò se giocare coi due trequartisti oppure se schierarci come nell'ultima partita. Ho un dubbio, deciderò domattina".

Il fatto di avere così tanta abbondanza è un buon segnale in vista del prosieguo di stagione.
"Questo è molto importante, Moncini è l'unico indisponibile. Abbiamo grande abbondanza, questo ci ha permesso di fare una settimana intensa. Sarà complicato domani sceglierne undici, ma questo è positivo per noi. Abbiamo bisogno di tutti".

L'impressione è che Schiattarella e Viola non rendano al meglio assieme.
"Su questo tema bisognerebbe aprire una parentesi su cui nessuno si è ancora soffermato. Viola è stato assente per quasi un anno, va ringraziato per quello che sta facendo. Avrebbe avuto bisogno di più tempo per recuperare e invece si è messo subito a disposizione. Schiattarella ha avuto il Covid e non è ancora tornato nelle migliori condizioni. Quando entrambi staranno bene, saranno determinanti anche insieme".

Se l'aspettava l'assegnazione della Panchina d'Argento?
"E' un premio che mi riempie di grande orgoglio, lo divido con staff, presidente, direttore, giocatori e tifosi. E' un riconoscimento che va ad arricchire la bacheca del club. Un premio assegnato dai colleghi, per me, vale doppio".

Quanto è importante per lei avere così tanta abbondanza in attacco?
"Molto. Sarà un mese cruciale per noi, la guerra dobbiamo ancora portarla a termine. Già domani dovremo affrontare la gara al 120%".

Come si affronta la partita col Parma?
"Noi sappiamo l'importanza della gara. Il Parma da gennaio è un'altra squadra, D'Aversa è un grandissimo allenatore, oltre che un mio amico. Probabilmente, se il Parma fosse stato quello di oggi sin dall'inizio, adesso non sarebbe penultimo. Sappiamo di affrontare una squadra importante, ma siamo consci della nostra forza. Possiamo battere chiunque".

Qual è il vostro obiettivo?
"Il nostro obiettivo è la salvezza, lo sappiamo. Vogliamo che i tifosi, dopo il Covid, ritrovino il Benevento in A. Sappiamo che è ancora dura, però abbiamo tanti scontri diretti in casa: sappiamo che possiamo farcela. Meritiamo di restare in A".

Rispetto alla gara di andata, il Parma lo ritiene più forte?
"Sì, con D'Aversa e coi giocatori arrivati a gennaio è una squadra diversa. Ha perso e pareggiato partite immeritatamente, però noi abbiamo tutti i motivi per fare una grande gara. Sono sicuro che i ragazzi non deluderanno".