La Primavera cercherà ancora la promozione: previsti cambiamenti anche quest'anno

25.06.2022 21:01 di Giuseppe Emanuele Frisone   vedi letture
La Primavera cercherà ancora la promozione: previsti cambiamenti anche quest'anno

Qualche giorno fa, la presentazione di Mattia Notari in qualità di nuovo responsabile del Settore Giovanile del Parma ha marcato un nuovo, ennesimo, punto di partenza per le giovanili crociate. Concluso il mandato di Luca Piazzi, che pure in questi anni ha fruttato gli esordi di diversi giovani tra i professionisti, sarà l'ennesima estate di rinnovamento per il Parma. Sembra prevedibile aspettarsi che i crociatini possano cercare di andare ancora una volta all'assalto della promozione in Primavera 1, sfuggita per pochissimo negli ultimi due anni.

LEGGI ANCHE: Notari: "Tanti stranieri? Spesso diventano opportunità per un club"

Le parole di Notari: obiettivo crescita e risultati. Per ora bocche cucite sulle possibili conferme
Nella conferenza stampa di presentazione, Notari non si è sbottonato tanto circa le prossime rose (e rispettivi allenatori) delle squadre giovanili del Parma. Com'è ovvio che sia, ci sarà sicuramente un rinnovamento, anche per questioni di età dei singoli. Il nuovo responsabile, comunque, cercherà di badare sia alla crescita dei singoli giovani sia ai risultati, ponendo l'accento anche su quella che è la funzione sociale del Settore Giovanile. Si lavorerà in sinergia con le varie aree di sviluppo del club, cercando di favorire la crescita e la maturazione dei giovani calciatori. Interessante la considerazione sui tanti stranieri presenti già nel Settore Giovanile, una circostanza dovuta anche a fattori economici, sebbene l'augurio sia di avere anche giocatori del territorio, sul quale la società cercherà di farsi trovare pronta in termini di scouting.

LEGGI ANCHE: Piazzi: "Area metodologica una delusione. Al Parma manca la cultura aziendale, serve un leader carismatico alla Faggiano"

Capitolo Primavera: previsti un po' di cambiamenti nella rosa del prossimo anno
Difficile, al momento, fare le carte alla rosa che comporrà la prossima formazione Primavera, anche perché le parole di Notari in conferenza non hanno fornito troppe indicazioni in merito (neanche sull'allenatore, che al momento ricordiamo essere Cesare Beggi). Premesso che sicuramente i crociati opereranno sul mercato anche per quanto concerne il Settore Giovanile, giocoforza la Primavera cambierà abbastanza con l'avanzare di una stagione. Sì, perché il campionato 2022/2023 sarà pensato su misura per i 2004, e ciò renderà i 2003 schierabili solo come fuoriquota. Inevitabilmente, alcuni Primavera che l'anno scorso erano punti di forza saluteranno (come Ankrah, che era già fuoriquota essendo un 2002, e i 2003 De Rinaldis, Vaglica, Sementa, lo stesso Circati). Questo spianerà invece la squadra ai 2004, alcuni peraltro già fondamentali nella rosa, come il lettone Sits. Altri invece arriveranno dalla formazione Under 18, come Sahitaj, Flex, Vona e i portieri Piga e Maliszewski. Attenzione, inoltre, ad alcuni tra i 2005 più promettenti, come gli svedesi Tannor e Bangala, che potrebbero scalare di categoria raggiungendo così i coetanei già presenti in Primavera (Marconi, Haj, Lorenzani). E poi, come già detto, c'è il mercato che potrebbe portare molte facce nuove.