Partite che hanno fatto la storia, 6 settembre 2015: la prima dalla rinascita

09.04.2020 20:33 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
© foto di Giovanni Padovani
Partite che hanno fatto la storia, 6 settembre 2015: la prima dalla rinascita

Prosegue il nostro appuntamento con le partite che hanno fatto la storia del Parma. Questa sera ci occupiamo di una partita che ha fatto letteralmente la storia dei crociati, la prima gara dalla rinascita dopo il fallimento, la trasferta ad Arzignano del 6 settembre 2015.

Le scorie della stagione precedente sono ancora ben impresse nella mente dei tifosi crociati, che, il 22 giugno 2015, avevano assistito alla proclamazione del fallimento del Parma Football Club. Poco più di un mese dopo però, la rinascita, il 27 luglio, grazie al gruppo di imprenditori parmigiani, Nuovo Inizio, e dal gruppo di azionariato popolare, Parma Partecipazioni Calcistiche: nasce il Parma Calcio 1913. Mantenendo la tradizione sportiva, il nuovo Parma Calcio viene ammesso (in sovrannumero) alla Serie D, ponendo le basi per quella che sarà la risalita più rapida della storia del calcio italiano, con le tre promozioni in tre anni, mai riuscite a nessuno prima. Del Parma versione 14-15 non ci sono più tracce, se non per un unico calciatore che aveva deciso di restare e ripartire dal nulla: il Capitano Alessandro Lucarelli. E’ lui il punto di riferimento della nuova società, il leader a cui affidarsi e a cui il nuovo mister, Gigi Apolloni, costruirà la squadra attorno. A Lorenzo Minotti e Fausto Pizzi viene affidato il compito di costruire, in poco più di un mese, la squadra dal nulla. Il primo settembre viene sorteggiato il calendario: il nuovo Parma esordirà in un paesino del Veneto, sconosciuto ai più: Arzignano, il 6 settembre 2015.

La mattina del 6 settembre ci sono pochi ballottaggi nel Parma, che si presenta in Veneto accompagnato da quasi 800 tifosi crociati, la cui voglia di ripartire non è nemmeno quantificabile. Mister Apolloni schiera il suo primo 4-2-3-1, con Zommers in porta, linea a quattro formata dal parmigiano Adorni, i toscani Lucarelli e Cacioli e Ricci. La cerniera centrale viene formata Corapi e Giorgino, mentre il tridente alle spalle di bomber Musetti è composto da Lauria, Melandri e Sereni. Pesa l’assenza del colpo da novanta del mercato crociato, il senegalese Yves Baraye, che sconta una giornata di squalifica rimediata la stagione precedente. Nell’Arzignano di mister Beggio, che noi di ParmaLive avevamo intervistato a pochi giorni dalla partita, ci sono poche sorprese e alle 15.04 del 6 settembre 2015, l'arbitro Nicola Donda di Cormons fischia l’inizio della prima gara della storia del Parma Calcio 1913. La gara è tutt’altro che spettacolare, i crociati forse giocano. con un po’ di tensione di troppo addosso, sentendo il peso della maglia e di tutto ciò che stava accadendo intorno a loro. Tant’è che ad andare vicini al vantaggio sono i padroni di casa, che colpiscono una clamorosa traversa con Marchetti, il cui tiro colpisce la linea bianca alle spalle di Zommers, fortunatamente non sorpassandola. Scosso dal rischio, il Parma entra in partita con il bomber Riccardo Musetti, che nel finale del primo tempo sfiora in due occasioni il vantaggio. Si va a riposo sullo zero a zero, e anche nella ripresa i ritmi sono soporiferi e le occasioni latitano. A un quarto d’ora dal fischio finale però, la giocata che cambia la partita: Sereni si libera in area con un bell’inserimento e viene steso. L’arbitro assegna il calcio di rigore e, al 75esimo minuto Riccardo Musetti batte il portiere avversario Dall'Amico segnando il primo, storico gol del Parma Calcio 1913. La partita termina così, 0-1 in favore dei crociati, che domineranno quel campionato e conquisteranno la promozione in Lega Pro. E il resto è storia.

ARZIGNANO-PARMA 0-1
(75' Musetti rig.)