Milan-Parma 3-1: Kurtic illude, poi i rossoneri rimontano e chiudono il conto

15.07.2020 21:35 di Giuseppe Emanuele Frisone   Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Milan-Parma 3-1: Kurtic illude, poi i rossoneri rimontano e chiudono il conto

Finisce 3-1 per il Milan il match tra i rossoneri e il Parma: non riesce il colpo alla formazione di D'Aversa, nonostante gli emiliani siano stati capaci di portarsi in vantaggio con la rete di Kurtic. Fatale la ripresa, in cui i rossoneri, spietati, sono riusciti prima a rimontare e poi a chiudere la gara nel miglior momento dei crociati. Di seguito, la sintesi della gara:

KURTIC LA SBLOCCA: è tempo di reagire per il Parma, che dopo quattro sconfitte consecutive domenica ha colto un pareggio insperato (per come si era messa la partita) nel derby con il Bologna. L'inizio però non sembra essere dei migliori per la formazione emiliana, anche perché la forma del Milan è invidiabile e sin dall'inizio sono i rossoneri a fare la gara a San Siro. Già nei primi dieci minuti arrivano squilli da Ibrahimovic e Theo Hernandez, poi cade la prima tegola sui crociati, con l'infortunio di Cornelius. D'Aversa non rischia Inglese e manda invece in campo Karamoh, restando così senza centravanti. Il Milan va alla massima spinta intorno alla metà della prima frazione: prima Romagnoli centra il palo su azione da calcio d'angolo, poi viene annullato (giustamente) un gol a Bonaventura dopo una velocissima azione in profondità. Subito dopo Kessie va ancora vicino al gol, sfiorando il palo con un colpo di testa. Pian piano, dopo la mezz'ora, il Parma riesce a mettere la testa fuori dalla propria metà campo, rendendosi anche pericoloso con Gervinho. A sorpresa, nel finale di tempo, il vantaggio dei gialloblu: Gervinho premia lo scatto di Grassi, per l'accorrente Kurtic che fulmina Donnarumma. Si va dunque al riposo con gli emiliani avanti al Meazza.

NELLA RIPRESA E' RIMONTA ROSSONERA: il Milan è arrabbiato per il gol subito in chiusura di primo tempo, e infatti la squadra di Pioli scende in campo con grande determinazione. Bastano dieci minuti ai rossoneri per trovare il pareggio, e che pareggio: Kessie si inventa un gran tiro dai venticinque metri che si insacca sotto il sette, imparabile per Sepe. Altri tre giri di lancette e arriva anche la rete del sorpasso: è Romagnoli, al primo centro stagionale, a correggere di testa in gol un calcio di punizione battuto da Calhanoglu. Il Parma è un po' in bambola, così D'Aversa prova a correre ai ripari inserendo Hernani ed Inglese. Ci vuole qualche minuto prima della reazione dei gialloblu, che però si fa veemente subito dopo il cooling break della ripresa: Kulusevski va vicinissimo al pari con una splendida azione personale, conclusa da un tiro - sporcato da Kjaer - che si stampa sulla traversa. Subito dopo occasione importante per Inglese, esorcizzato da Donnarumma sul più bello. Proprio nel momento migliore del Parma, il Milan punisce gli emiliani come sanno fare le grandi squadre: a pensarci è Calhanoglu che, dopo una grandissima azione di Bonaventura, riceve palla proprio dall'ex Atalanta e, dal limite dell'area, lascia partire un gran destro che batte Sepe per la terza volta in questa serata. Nel finale di prova ancora Ibrahimovic, ma il risultato non cambia: Milan batte Parma 3-1.