Mancini: "Quanti ricordi al Tardini! Dallo Scudetto di Ibra al gol di tacco..."

04.03.2021 18:10 di Rocco Azzali   Vedi letture
Mancini: "Quanti ricordi al Tardini! Dallo Scudetto di Ibra al gol di tacco..."
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Ai microfoni di Gazzatalk il CT della nazionale azzurra Roberto Mancini incalzato dalle domande del conduttore ha rievocato un amarcord a lui molto caro, così come a tutti i tifosi nerazzurri, in vista del match di questa sera che vedrà coinvolte Parma ed Inter. Le stesse compagini che il 18 maggio 2008 si affrontarono sotto al diluvio del Tardini, lo stesso stadio che farà da teatro al posticipo di questa venticinquesima giornata di campionato. In quell'occasione si disputava l'ultima di campionato e lo scenario era tanto insolito quanto straordinario: l'Inter veniva a giocarsi lo Scudetto, il terzo consecutivo nell'era Mancini, contro un Parma obbligato a vincere per mantenere la categoria mentre contemporaneamente a Catania la Roma auspicava un'impresa da parte dei crociati, così da poter strappare in extremis il titolo ai nerazzurri, ai danni degli etnei che in quella precisa situazione avrebbero dovuto salutare la massima serie. "Fu una partita durissima, venivamo da un match point mancato la domenica prima contro il Siena, dove falimmo anche un rigore con Materazzi, perciò eravamo tanto tesi quanto arrabbiati. Meritavamo la vittoria, ma non riuscivamo a sbloccarla: solo l'ingresso di Ibra ci consentì di mettere la parola fine all'incontro, con una doppietta che ci regalò il campionato. Doppietta come all'andata, a San Siro contro il Parma. Me lo ricordo bene: da 1-2 a 3-2 nei minuti conclusivi, nell'esultare mi travolse in panchina! Poi poco dopo si fece male e l'infortunio lo tenne lontano dal campo fino all'ultima partita del girone di ritorno. Per chi tiferà stasera? Sicuramente per il Parma, vuole recuperare terreno con il Milan per la corsa Scudetto". Guardando ancora più indietro, ma rimanendo sempre al Tardini: "In un Parma-Lazio del '99 segnai un meraviglioso gol di tacco proprio nella porta dove Zlatan fece doppietta".