A Reggio il "nuovo Parma" gode sempre: dalla Reggiana al Sassuolo

17.02.2020 19:14 di Sebastian Donzella   Vedi letture
Stadio di Reggio Emilia
© foto di Antonio Vitiello
Stadio di Reggio Emilia

Giocare al "Mapei Stadium" o "Città del Tricolore", che dir si voglia, è motivo di grande goduria in casa Parma da quattro anni a questa parte. I gialloblù, da quando esiste la nuova società, non hanno mai perso in quel di Reggio Emilia. E non solo. Dalla Serie C alla Serie A sono state più le vittorie che le sconfitte per i crociati, nonostante il pubblico ostile. Con due successi e un pari, infatti, il nuovo Parma risulta imbattuto nella casa condivisa da granata e neroverdi.

Il primo successo, in parte storico, è quello datato 19 dicembre 2016. Un giorno in cui i crociati si regalarono un gran Natale, superando la Reggiana per 2-0 con le reti di Giorgino e Baraye e bissando pochi giorni dopo la vittoria in un altro derby, contro il Modena. Roberto D'Aversa era arrivato da un paio di settimane e aveva fatto giusto in tempo a battere il Sudtirol all'esordio e a pareggiare col Teramo pochi giorni dopo.

Da lì la grande scalata verso la A, senza più rivedere lo stadio di Reggio fino alla passata stagione, quando ad aprile i ducali tornarono sul luogo del delitto, questa volta per affrontare il Sassuolo. Uno 0-0, nel mese di aprile, in formazione ampiamente rimaneggiata ma con un grande rimpianto: il rigore fallito da Ceravolo. Un pari comunque più che positivo, vista la situazione delicata del passato finale di campionato e la grande voglia dei neroverdi di inguaiare i crociati.

E poi, fresco fresco, il ritorno in quel di Reggio Emilia, giusto qualche ora fa, con il successo firmato Gervinho. Con un Parma che si è di nuovo imposto davanti al pubblico avversario, anche se non di fede granata. In ogni caso, a prescindere dai colori sugli spalti, il "Mapei Stadium-Città del Tricolore" inizia a portare benissimo al team gialloblù.