LIVE! Maresca: "I giocatori duttili ci aiutano. Bernabé sta meglio, lo aspettiamo"

18.09.2021 15:21 di Giuseppe Emanuele Frisone   vedi letture
Fonte: Dal nostro inviato Rocco Azzali
LIVE! Maresca: "I giocatori duttili ci aiutano. Bernabé sta meglio, lo aspettiamo"

15.21 - Fine della conferenza di Maresca, grazie per averci seguito.

A che punto è Traore?
"E' ancora indietro, viene da mesi di inattività. Si sta mettendo in condizione, ma gli manca ancora abbastanza".

Ci può dire qualcosa su Bernabé?
"Sta meglio, ha iniziato a muoversi. C'è bisogno di un po' di tempo, lo aspettiamo tutti e speriamo di averlo presto".

La duttilità è un requisito che ha richiesto lei o fa lei un lavoro specifico?
"Nel caso di Simon, ho intravisto la possibilità che potesse fare quel lavoro. Ci sta mettendo tutto l'impegno per interpretare quel ruolo, a volte gli riesce meglio, altre volte peggio. L'importante è che ci sia la disponibilità, e comunque vedo una crescita da parte sua nella comprensione del ruolo. Delprato è un giocatore adatto per le sue caratteristiche, così come Cobbaut e lo stesso Valenti che secondo me può darci anche una mano a sinistra. Come Brunetta, che può fare il centrocampista e l'attaccante. Sì, i giocatori che fanno più ruoli mi piacciono, ma perché possono dare una mano alla squadra e all'allenatore".

Sugli esterni d'attacco c'è invece tanta scelta. Chi può incidere dal primo minuto e chi può dare un maggior apporto a gara in corso?
"Con i cinque cambi puoi cambiare il 50% dei giocatori di movimento. E' successo con Mihaila, che col Benevento ha fatto gol, ed è successo con Inglese e Man, che col Pordenone sono entrati e hanno fatto gol. Probabilmente sono molto più incisivi quelli che entrano a gara in corso, per cui bisogna avere sia dall'inizio sia nel corso della gara gente pronta".

Nelle ultime due uscite zero gol subiti con una difesa totalmente rinnovata. Avete lavorato parecchio?
"Sì, abbiamo lavorato abbastanza, ma fin dall'inizio. I gol che concedi vanno comunque analizzati nel dettaglio ma sì, c'è stata una crescita nelle ultime gare. Nel momento in cui si è chiuso il mercato abbiamo avuto delle certezze in più, ci sono stati gli esordi di Danilo e Delprato, come quelli di Correia e Coulibaly, oltre all'esordio di Mihaila dall'inizio. Non era facile, è stato uno dei motivi per cui dopo la gara di Pordenone c'era da essere contenti. E' stato qualcosa di importante".

Fino ad oggi abbiamo visto una squadra sicura di sé e del proprio credo. Possibile che il Parma più avanti si adatti di più all'avversario?
"Noi cerchiamo sempre un po' di adattarci all'avversario, anche se ad oggi l'idea è stata quasi sempre la stessa. Credo che da un punto di vista tattico ci siano state piccole modifiche, come l'utilizzo della punta con il Benevento. In altre gare, dove lo spazio non è da ricercare, non lo abbiamo fatto. Finora abbiamo fatto così e continueremo".

A centrocampo la coperta è un po' più corta: in questo periodo di partite fitte Sohm può tornare a giocare lì?
"Sicuramente Sohm è un centrocampista e può giocare in quel ruolo, anche se ad oggi con la palla fa di fatto il centrocampista. Durante l'anno farà quel ruolo appieno. La squadra sarà all'altezza anche con diversi cambi, se fai sostituzioni devi comunque mantenere un certo livello e questa settimana ci sarà bisogno di tutti".

Gli stadi faticano a riportare entusiasmo, i risultati possono essere un modo per tornare a vedere il Tardini pieno?
"Questo è un po' il nostro obiettivo, ma una piazza così bella come la nostra ha una spinta in più con i tifosi. Una delle cose che più mi hanno spinto è anche il ricordo di quando sono venuto al Tardini da calciatore, che era veramente tanta roba. Il pensiero di potercela avere di nuovo è di grande motivazione, speriamo di avere i tifosi il più vicino possibile. In generale, il calcio è bello con gli stadi pieni, con gli stadi vuoti è triste e speriamo ci possa essere sempre più gente allo stadio".

C'è anche una crescita importante in difesa. Delprato può essere una soluzione definitiva a sinistra?
"E' un giocatore che ha giocato sì a sinistra, ma che poi è passato a destra. Lui per gli allenatori è importante perché può darti tante opzioni, anche perché mi piacciono quel tipo di giocatori. Sono contento di avere giocatori come lui, poi se giocherà a sinistra o destra dipenderà dalle necessità".

Molti addetti ai lavori sono incuriositi dal suo metodo:
"Mah, sinceramente so che si guarda sempre in giro e io faccio la stessa cosa, perché c'è sempre da imparare. Sono aggiornatissimo, ho tanto davanti e vedo tante idee belle. Una delle squadre che più apprezzo è la Fiorentina, fa un gran lavoro senza palla. E' normale comunque guardare in giro, credo sia una cosa che fanno tutti".

Il Parma è la squadra con più passaggi in Serie B. Già si vede la mano del mister...
"Sinceramente siamo all'inizio, sono del parere che ci sia ancora tanto da migliorare. Sono dati che poi se vengono accompagnati dai risultati sono perfetti, ma bisogna continuare a crescere nella fase di possesso, imparando a capire che la fase di non possesso si fa anche quando non si ha la palla. A volte con la palla si fa anche la fase di non possesso, perché si ha la possibilità di gestire".

Che partita vi aspettate dopo il successo col Pordenone?
"Cerchiamo la crescita gara dopo gara, al di là della continuità sotto il profilo dei risultati deve esserci una crescita del gioco. Sarà una gara difficile, la Cremonese lotterà con noi fino alla fine per il traguardo finale: ha ottime individualità e un ottimo allenatore, sarà una gara difficile".

Ecco le prime parole di Maresca, che inizia facendo la conta degli indisponibili: "Gennaro Tutino è indisponibile. Tutti gli altri sono a posto, abbiamo l'allenamento adesso per cui vediamo se ci sono novità, ma per il resto sono ancora fuori Tutino e Osorio. Balogh sta recuperando. Inglese dal primo minuto potrebbe essere un'opzione, si è allenato bene e potremmo pensare anche a lui dall'inizio. Abbiamo però anche altre opzioni".

14.45 - Buon pomeriggio, amici di ParmaLive.com. Tra poco, alle ore 15, è prevista la conferenza stampa pre-partita dell'allenatore del Parma, Enzo Maresca. Il tecnico campano illustrerà la sfida di domani tra Parma e Cremonese e risponderà alle domande dei giornalisti presenti. Saremo in grado di fornirvi in diretta le parole di Maresca grazie al nostro consueto LIVE!. Appuntamento a tra poco, dunque.