La rosa crociata vale 88 milioni: Kulu il più "prezioso", in tanti stanno accrescendo il proprio valore

25.12.2019 08:13 di Vito Aulenti Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
La rosa crociata vale 88 milioni: Kulu il più "prezioso", in tanti stanno accrescendo il proprio valore

Quest'estate, proprietà e dirigenza hanno fatto un grandissimo lavoro sul mercato, e non solo per ciò che concerne l'innalzamento del tasso qualitativo della squadra. La società ducale, l'anno scorso quasi costretta a puntare solo su prestiti, stavolta ha infatti voluto a tutti i costi patrimonializzare, facendo grossi sacrifici pur di acquistare giocatori di proprietà. Il valore della rosa (88 milioni di euro, escludendo Kulusevski) è dunque notevolmente aumentato rispetto alla passata stagione: un passo in avanti tanto notevole quanto fondamentale per un club sano e ambizioso come il Parma, che anno dopo anno sta sempre più alzando l'asticella, sia a livello sportivo che strutturale. 

Secondo le stime di Transfermarkt, il giocatore crociato che ad oggi vale di più è Dejan Kulusevski (25 milioni), purtroppo l'unico a giungere in Emilia in prestito secco. A godere della sua eventuale futura rivendita sarà l'Atalanta, anche se il Parma, avendo contribuito in maniera importante alla crescita del ragazzo, potrà contare con ogni probabilità su un lauto indennizzo per l'ottimo lavoro svolto. Oltre allo svedese, sul podio troviamo altri due protagonisti della scorsa sessione di mercato, vale a dire Roberto Inglese (15 milioni) e Yann Karamoh (10 milioni). E' solo quarto Gervinho, mentre la quinta posizione è occupata da Matteo Darmian, il cui valore, sempre stando al summenzionato sito specializzato, è diminuito di 2 milioni rispetto a giugno. Completano la top ten Alberto Grassi (7 milioni), Juraj Kucka (5 milioni), Luigi Sepe (5 milioni), Andreas Cornelius (5 milioni) ed Hernani (4 milioni), con questi ultimi due che, grazie a quanto fatto in questa prima parte di stagione, sono riusciti a incrementare il proprio valore, un po' come Sprocati, Barillà, Iacoponi, Scozzarella e Dermaku. Chi, inevitabilmente, ha invece perso valore è Luca Siligardi (700 mila), che chiude questa speciale graduatoria assieme ad Andrea Adorante (500 mila) e Fabrizio Alastra (300 mila).