Cremonese in forma, Como star del mercato, Palermo in risalita: come stanno le principali avversarie del Parma

07.02.2024 19:40 di Giuseppe Emanuele Frisone   vedi letture
Cremonese in forma, Como star del mercato, Palermo in risalita: come stanno le principali avversarie del Parma
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Con il girone di ritorno ormai iniziato da qualche turno e quindici giornate alla fine della stagione regolare, la lotta per la promozione diretta comincia a delinearsi. Il Parma è primo in classifica, e la squadra di Pecchia continua a veleggiare su buoni ritmi, nonostante la battuta a vuoto nel derby contro il Modena che aveva fatto emergere alcuni limiti nella formazione crociata. Ma come se la passano le altre principali contendenti alla promozione diretta?

CREMONESE, I GRIGIOROSSI HANNO INGRANATO: dopo un inizio di stagione un po' in sordina, i lombardi si sono ripresi sul piano del gioco e della compattezza a livello di squadra. La Cremonese scelto di mantenere lo stesso allenatore della retrocessione dalla Serie A, Davide Ballardini, ma l'inizio di stagione non è stato dei migliori. Così la società del cavaliere Arvedi ha deciso di svoltare, affidando la panchina a un esperto della categoria come Giovanni Stroppa. Dopo un periodo di assestamento, Vazquez e compagni hanno risalito la classifica e ora si trovano in seconda posizione: in questo momento quella lombarda è la compagine più in forma della Serie B, con quattro vittorie ottenute nelle quattro partite del 2024. Tutte per 1-0, con una concretezza invidiabile. La sfida al Parma è lanciata?

COMO, LARIANI STAR DEL MERCATO: chi sta altrettanto bene è il Como, a -6 dal Parma e a -2 dalla Cremonese. E dire che i lariani erano stati molto criticati per la scelta di esautorare Moreno Longo, tecnico autore sin lì di un buon campionato, da zona playoff. Con la panchina affidata a Fabregas (e poi al gallese Roberts), il gioco è però ulteriormente migliorato, e il Como ha inanellato risultati che hanno fatto sì che la squadra veleggiasse verso le zone più nobili della classifica. A rilanciare le ambizioni della formazione comasca ci ha poi pensato la proprietà indonesiana, la più ricca d'Italia, grazie a un calciomercato di gennaio davvero importante per gli standard della cadetteria: il colpo Strefezza parla chiaro. Nelle ultime quattro gare ci sono state anche un paio di battute d'arresto (sconfitta con l'Ascoli, pari con la Reggiana), ma l'impressione è che Cutrone e compagni saranno un osso duro sino alla fine.

VENEZIA, LA CESSIONE DI JOHNSEN E I MALUMORI DELLA PIAZZA: situazione un po' diversa a Venezia, dove i lagunari di mister Vanoli stanno affrontando una situazione piuttosto complessa. Il blocco del mercato e soprattutto la cessione in extremis del norvegese Johnsen ai rivali della Cremonese non hanno certo fatto piacere né ai tifosi né al tecnico, che non si aspettavano un indebolimento che ha permesso a una diretta concorrente di rafforzarsi. Certo, la squadra resta forte e tra le principali accreditate alla promozione, ma il malumore è percepibile. Sul campo, inoltre, non sono mancate delle battute a vuoto come la pesante sconfitta con il Cosenza per 4-2. In ogni caso, gli arancioneroverdi possono puntare su dei giocatori di categoria superiore come Pohjanpalo e Busio, e seguono il Como di un solo punto: vietato darli per vinti.

PALERMO, I ROSANERO SONO IN RIPRESA: chi aveva iniziato molto bene il campionato salvo poi veder scendere leggermente le sue quotazioni è il Palermo. La piazza siciliana a tratti non è parsa particolarmente soddisfatta del gioco espresso dalla squadra di mister Corini, comunque difeso da una proprietà che si è dimostrata ambiziosa. Anche a gennaio, quando ha prelevato giocatori dalla Serie A come Ranocchia e Chaka Traoré. Come il Como, lo score dei rosanero nelle ultime quattro gare vede due vittorie, un pareggio e una sconfitta, ma il convincente successo nell'ultimo turno contro il Bari lascia pensare che i siciliani siano in forte ripresa. Con due punti di ritardo sul Venezia - a meno nove dalla vetta - il Palermo può ancora recuperare terreno a chi è davanti, andando così a insidiare i primi due posti.