Razvan Lucescu a PL: "Nessun contatto col Parma. Man e Mihaila? Il mio consiglio è restare"

28.04.2021 20:32 di Simone Lorini Twitter:    Vedi letture
Razvan Lucescu a PL: "Nessun contatto col Parma. Man e Mihaila? Il mio consiglio è restare"

Tra i nomi circolati per il futuro della panchina del Parma nei giorni scorsi è spuntato anche quello di Razvan Lucescu. Il tecnico rumeno, da noi contattato, ha voluto però smentire le voci che parlavano di un contatto con la nuova dirigenza ducale per assumere la guida tecnica della squadra nella prossima stagione: "Non è mai esistito nessun contatto col Parma, - ci tiene a precisare il mister rumeno - credo sia una voce costruita dalla stampa greca, avendo io allenato il PAOK. È vero, sono stato a Milano la scorsa settimana, ma solo per incontrare un amico. Forse l'accostamento al Parma nasce dalla presenza di due calciatori rumeni in squadra, non saprei che altro ipotizzare. L'unica cosa che posso dire è che per un tecnico allenare in Italia è un sogno, è il paese numero uno in termini di preparazione dei propri allenatori. Però guardando i numeri, di tecnici stranieri ce n'è solo uno, Fonseca. E in Francia e Germania la situazione è simile", ha detto il tecnico in esclusiva a ParmaLive.com

Tornando ai "nostri" rumeni, cosa pensa di Man e Mihaila?
"In Romania c'è talento e il Parma ha fatto bene a pescare lì. Ma i calciatori secondo me non sono pronti mentalmente ad un certo tipo di calcio, per cui devono lavorare, vanno aspettati e fatti abituare ad un certo tipo di pressione. Da questo punto di vista Mihaila è superiore a Man, che ha bisogno di fiducia totale per rendere al massimo". 

E Mihaila?
"Lui è già più "forte" da questo punto di vista, anche se non posso parlare del suo periodo a Parma. Entrambi sono giocatori dal grande futuro, ma non dei 'maghi'. Ho visto che entrambi hanno collezionato già diverse presenze, ma il meglio deve ancora arrivare". 

Con la Serie B alle porte, è pensabile poterli trattenere secondo lei?
"Il mio consiglio è di rimanere: come dicevo prima il problema dell'adattamento per un calciatore rumeno è importante e loro hanno già diversi mesi di Parma alle spalle. Rimanendo potrebbero dimostrare il loro vero valore, visto che ormai si sono adattati. Essendo calciatori complementari l'attacco sarebbe quasi fatto di conseguenza". 

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA