PL - Zaccardo: "Parma, ora si fa dura. Col Milan gara dai due volti. Krause? Può fare grandi cose"

11.04.2021 13:45 di Donatella Todisco   Vedi letture
PL - Zaccardo: "Parma, ora si fa dura. Col Milan gara dai due volti. Krause? Può fare grandi cose"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Anche Cristian Zaccardo ha avuto modo di assistere alla sfida tra Parma e Milan, persa dai ducali in casa. La salvezza si complicata per gli emiliani, la Champions si avvicina invece per i rossoneri. L'ex campione del mondo classe 1981 ha collezionato col Parma oltre 120 presenze e realizzato 10 reti dal 2009 al 2013. Ecco il suo punto di vista ai microfoni di Parmalive.com. 

Che gare le è sembrata quella di questa sera? 
"Mi è sembrata una gara quasi a due volti. Nel primo tempo il Parma è stato sottotono, il Milan ne ha approfittato. Nella ripresa i ducali hanno iniziato con un altro spirito, andando vicino al gol. Con l'espulsione di Ibrahimovic la partita è cambiata, ma non è arrivato al pareggio. A questo punto del campionato la sconfitta fa male, i punti a disposizione diminuiscono. Anche se finché c'è la matematica c'è speranza. Il Milan si avvicina invece alla Champions, che manca da diversi anni". 

Qual è stato l'errore più grande commesso dal club ducale? 
"Questo devono stabilirlo proprietà, dirigenti e staff tecnico. Ad oggi la classifica è questa, sicuramente qualcosa è andato storto. Oggi si sta lottando per non retrocedere. Non mi piace puntare il dito contro qualcuno ma nel calcio si può sempre sbagliare. Certo, se il Parma dovesse andar male, spero che questi errori possano essere rimediati da qui fino alla fine. La percentuale di salvezza, oggi, si è abbassata. Certo, occhio anche agli scontri diretti. E' logico, in questi casi non si può sbagliare d'ora in poi". 

Con Krause si può tornare competitivi? 
"E' una proprietà importante, ha messo a disposizione un budget ampio e c'è anche un progetto pluriennale. Vista da fuori, sono felice e tutto ciò mi fa contento. Spero possa portare a compimento il suo progetto. Chiaramente serve pazienza e serve un po' di tempo. Sono convinto che, nel giro di pochi anni, si può sperare di tornare a lottare per l'Europa". 

Quali i suoi ricordi di Parma? 
"Ho tanti bei ricordi, tanto è vero che avrei voluto terminare li la carriera. Realizzai 5 gol in una stagione ed un paio di assist, fu un record personale per me. Ho scritto un pezzo di storia del Parma. E poi sette vittorie consecutive di A, cosa che non era riuscita nemmeno al Parma degli anni novanta". 

In caso di B da chi ripartire? 
"Il calcio è troppo dinamico. A fine campionato si tireranno le somme, manca ancora un quarto di campionato. Certo, la palla scotta ed i giocatori stessi si vedono alla fine. Chi di dovere, dovrà fare le opportune valutazioni. E vedremo come la squadra verrà migliorata". 

Un voto alla stagione rossonera? 
"Sicuramente molto positiva, ad oggi è un ottimo campionato. Ma guai ad esaltarsi. Il Milan può arrivare secondo, ma anche quinto se non resta concentrato. Durante i percorsi ci sono alti e bassi, per questo dico che i voti vanno sempre dati alla fine. Ad oggi sicuramente sono sulla strada giusta e vanno i miei complimenti. Arrivasse davvero in Champions sarebbe straordinario".

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA