PL - Pulga su Cagliari-Parma: "Se finisse in pareggio, sarebbe finita per entrambe"

16.04.2021 10:12 di Donatella Todisco   Vedi letture
PL - Pulga su Cagliari-Parma: "Se finisse in pareggio, sarebbe finita per entrambe"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

In Sardegna un periodo lungo, fatto di ben 174 presenze, in Emilia appena 27 partite giocate. Il tutto tra gli anni ’80 ed i primi anni ’90, ma vissuti in maniera decisamente intensa. Cagliari-Parma sarà anche la partita di Ivo Pulga. L’ex centrocampista classe 1964 è stato un valido protagonista con le maglie di entrambe le squadre, togliendosi anche la soddisfazione di vincere Coppa Italia e Coppa delle Coppe. Ma adesso il presente di rossoblù e ducali è completamente differente: cosa aspettarci in questo rush finale di torneo? Ne abbiamo parlato con lui ai microfoni di ParmaLive.com. 

Parma ko col Milan. E' finita per la salvezza oppure bisogna crederci ancora?
“Numericamente si, si deve sperare: bisogna fare diverse vittorie di fila e sperare. L’unica squadra su cui fare la corsa secondo me è il Benevento, perché secondo me il Torino si salva di sicuro”.  

Cagliari-Parma, sfida tra deluse?  
“Senza dubbio. Viste le rose delle due squadre, nessuno si aspettava questa situazione di classifica. Era lecito aspettarsi un campionato diverso”. 

Da chi si dovrà ripartire in caso di Serie B? 
“Non saprei. Deciderà la società, non sta a me dirlo. Penso abbiano tutte le armi a disposizione per decidere”. 

E nel Cagliari, cosa non ha funzionato?
“Una serie di fattori che partono dall’inizio, con una allenatore che ha trovato grosse difficoltà nel fare il suo gioco. Non è mai riuscito a trovare la quadratura e, quando i risultati si fanno difficili, si rischia. A Parma è avvenuta più o meno la stessa cosa. E’ stato un errore mandare via D’Aversa, soprattutto quando prendi un allenatore che aveva tutt’altro tipo di idee di gioco. Non puoi permetterti, in questi casi, di sbagliare partite e uomini”. 

I suoi ricordi di Parma? Dal 1991 al 1993, periodo breve ed intenso ma con tanti successi
“Ricordi bellissimi, annate bellissime. Si è sempre vinto qualcosa. Ricordo con piacere le finali di Coppa Italia e Coppa delle Coppe, con un gruppo di calciatori affiatati e competitivi”. 

Cagliari dalla C1 alla A da calciatore: con Ranieri al timone.
“Tantissimi anche qui. Tre annate intense, eccezionali, per ottenere i risultati devi però formare un gruppo solido e compatto. E’ tutta qui la chiave del successo”.

Come potrà finire la partita in Sardegna? pronostico? 
“Se finisse in pareggio, sarebbe finita per entrambe. Una delle due deve vincere, per forza. E occhio al Benevento, atteso da trasferte difficili. I giochi salvezza si potrebbero riaprire in questo modo”. 

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA