SPAL: "Alcune diffide sono inaccettabili". I tifosi incrociano le braccia

28.02.2020 11:10 di Alessandro Tedeschi Twitter:    Vedi letture
© foto di Massimiliano Vitez/Image Sport
SPAL: "Alcune diffide sono inaccettabili". I tifosi incrociano le braccia

Undici diffide per gli episodi accaduti prima della gara di andata col Parma. I tifosi della SPAL non ci stanno, denunciano il fatto di essere stati condannati sul reato di intenzione. In quanto tra le tifoserie di SPAL e Parma non sarebbe avvenuto alcun contatto. Ieri il gruppo Curva Ovest Ferrara ha deciso di farsi sentire, annunciando l'intenzione di restare in silenzio nei primi minuti delle prossime gare a porte aperte: "Abbiamo quasi 40 diffidati - recita il comunicato -. Sappiamo che alcune diffide fanno parte di responsabilità individuali e rischi che si possono correre. Altre no, sono inaccettabili perché completamente ingiustificate. Parliamo di 14 diffide, 11 per i non fatti di SPAL-Parma e tre ancora in corso per la presentazione in piazza della squadra nell'agosto del 2018".

Prosegue il comunicato dei tifosi estensi: "Per questi ragazzi, ma anche per tutti i diffidati, a partire dalla prossima partita a porte aperte fino a data da destinarsi, resteremo in silenzio, seduti e senza colori esposti per i primi 14 minuti di ogni partita. Un minuto per ogni diffidato - continua il comunicato della Curva Ovest Ferrara - per poi scatenare l'inferno dal quindicesimo minuto in poi, con la solita esplosione di colore, rumore e folklore che rende lo stadio ciò che è".