Salernitana-Parma 0-2, Camara e Mihaila valgono il passaggio del turno. Ora c'è il Bari

07.08.2022 22:59 di Niccolò Pasta Twitter:    vedi letture
Salernitana-Parma 0-2, Camara e Mihaila valgono il passaggio del turno. Ora c'è il Bari

Buona la prima per il Parma di mister Fabio Pecchia, che chiamato all'ora della verità nella prima uscita ufficiale della stagione non trema, giocando un'ottima partita nel caldo clima di Salerno ed eliminando dalla Coppa Italia i campani, che tra sette giorni esordiranno in Serie A. Dopo un buon primo tempo, in cui i crociati reggono bene l'impatto dell'Arechi, nella ripresa la squadra di Pecchia si fa più cinica, sfrutta al meglio le occasioni nel momento di maggior pressione e strappa il pass per il prossimo turno della coppa nazionale. Una buona prova di praticamente tutti i ragazzi schierati dal tecnico, che pesca anche il jolly Camara dalla panchina, che gli permette di sbloccare la partita. Un unico punto interrogativo, i novanta minuti in panchina del Mudo Franco Vazquez. 

Buon Parma, ma le occasioni sono per la Salernitana
Senza Vazquez dall’inizio, Pecchia alza trequartista Bernabé, in un tridente con i rumeni Man e Mihaila alle spalle di Inglese. Coulibaly vince il ballottaggio con Zagaritis e sostituisce il positivo Oosterwolde, mentre Juric ed Estevez completano la linea mediana. I crociati partono bene, con un buon pressing nella metà campo della Salernitana, ma le prime occasioni pericolose sono proprio dei padroni di casa, in un Arechi da oltre 10mila persone. Ci prova prima Botheim, poi è il turno di Kechrida che calcia per due volte da posizione ravvicinata: Chichizola c’è. Si vede anche il Parma, con una chiara occasione per Dennis Man, che sfiora il palo con un tiro a giro su servizio di Mihaila: non va. Il primo tempo si chiude sullo 0-0, con un Parma nel complesso migliore, ma con una Salernitana con le occasioni più pericolose.

Il Parma raccoglie quanto seminato, Salernitana ko
La ripresa vede subito un cambio per Nicola, che aveva dovuto sostituire nel primo tempo Botheim infortunato con Capezzi, e inserisce il più offensivo Valencia per l’anonimo Sy. Ma è il Parma a farla da padrone, come in gran parte del primo tempo: la squadra di Pecchia è più brillante fisicamente e si porta all’assedio dell’area dei campani. Prima Romagnoli colpisce in pieno una traversa dopo una bella sponda di Valenti, poi Man sfiora il gol con un sinistro che esce di un soffio. Il Parma gira, Pecchia decide di ricorrere ai cambi per sfruttare il momento e, nemmeno un minuto dopo, i crociati sbloccano la sfida, con uno dei subentrati scelti da Pecchia: Drissa Camara. Il prodotto del settore giovanile crociato sfrutta al meglio una respinta corta di Sepe su tiro da fuori di Bernabé, e solo in area sblocca il match. Da lì il Parma gioca ancora più leggero, con una Salernitana che di fatto si scollega dalla partita. Entrano Sohm, Bonny e Benedyczak, poi c'è spazio anche per Zagaritis per l’acciaccato Coulibaly e ad un quarto d’ora dalla fine Valentin Mihaila chiude la partita. Pasticcio della difesa campana, Pirola e Fazio regalano palla a Mihaila che si ritrova solo contro Sepe e non ha difficoltà a trafiggerlo. È l’ultimo squillo del match, dopo che Sohm si era trasformato in slalomista, sfiorando un gol fantastico con una discesa partita da centrocampo e dopo una bella parata di Chichizola su Gyomber. Vince il Parma, che si regala al secondo turno il Bari, proprio l’avversario che i crociati affronteranno tra cinque giorni all’esordio in Serie B.