Quanta quantità in mezzo al campo. Ma anche la qualità non scherza

19.11.2019 21:05 di Alessandro Tedeschi Twitter:    Vedi letture
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Quanta quantità in mezzo al campo. Ma anche la qualità non scherza

Se nell'anno passato la vera forza del Parma era data dalla quantità e dalla voglia di sacrificarsi, pur avendo a disposizioni doti tecniche inferiori alle altre, in questa stagione i crociati sono riusciti ad alzare notevolmente il livello tecnico, e di questo va dato atto al direttore sportivo Daniele Faggiano, pur mantenendo quello spirito di sacrificio visto nella scorsa stagione, merito del tecnico Roberto D'Aversa. Così il Parma è diventato una macchina appena dietro alle big sotto l'aspetto della quantità, 109 km percorsi ogni gara, dietro solo all'Inter con 111, ma che allo stesso tempo mostra ottimi spunti offensivi, fornendo ben 14 assist (quarto in questa speciale classifica). 

Il tutto unito alla solidità difensiva già messa mostra nella scorsa stagione: gli ingredienti per fare bene ci sono tutti e finora il Parma lo ha dimostrato. Se dovesse arrivare una tregua sul fronte infortuni ecco che si aprirebbero scenari interessanti.