Nanni (FIGC): "Modello inglese efficace ma drastico. Obbligo di vaccino difficilmente attuabile in Italia"

23.07.2021 18:42 di Vito Aulenti Twitter:    vedi letture
Nanni (FIGC): "Modello inglese efficace ma drastico. Obbligo di vaccino difficilmente attuabile in Italia"
TUTTOmercatoWEB.com

In una intervista concessa a Radio Punto Nuovo, Gianni Nanni, membro della Commissione Medica della FIGC, si è soffermato sulla possibile introduzione in Italia delle vaccinazioni obbligatorie per giocatori e staff: "Il quadro epidemiologico è abbastanza buono. Gran parte dei componenti dei diversi gruppi squadra sono vaccinati. Ci sono pochi casi di membri non ancora vaccinati. L’auspicio è quello di arrivare alle prime gare ufficiali con percentuali di membri sottoposti a doppia dose maggiori. Rispetto allo scorso anno è già un grande passo in avanti. Quello inglese è di sicuro un modello molto drastico, ma anche molto efficace. Dinanzi ad una pandemia ci vogliono delle regole precise e bisogna assicurarsi poi che vengano rispettate. Dal punto di vista dell’applicabilità in Italia, non ne sono convinto. Non può esser data l’obbligatorietà per il vaccino. Si possono prendere, però, altre decisioni: chi decide di non vaccinarsi, deve poi prendersi le proprie responsabilità e farsi carico delle spese mediche che ne conseguono. E se crei un focolaio all’interno di una squadra, di un’azienda o di una scuola, devi pagarne anche le conseguenze economiche".