Il nuovo Parma piace, ma serve tempo e più attenzione

17.09.2019 16:01 di Alessandro Tedeschi Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Il nuovo Parma piace, ma serve tempo e più attenzione

Baricentro più alto, pallone tra i piedi e trame di gioco più articolate. Il nuovo Parma, disegnato da mister D'Aversa grazie all'aumento di qualità sia sulle fasce che in mezzo al campo, piace e lascia intravedere ottime cose. Ma servono ancora tempo e attenzione ai particolari per rendere questa squadra una pericolosa minaccia per le avversarie. Domenica il Parma ha dominato sul piano del gioco, soprattutto nella prima frazione: palla a terra e scambi rapidi alla ricerca di trame offensive. I crociati hanno però pagato la brutta giornata sia di Gervinho che di Roberto Inglese, due che dovranno trascinare la squadra durante l'anno.

Ad una maggiore propensione offensiva ha fatto però da contraltare una minor attenzione difensiva. Tre sole occasione lasciate al Cagliari e tre reti subite dai crociati: in tutte le reti rossoblu alla base troviamo un errore individuale da parte di difensori crociati. Qua dovrà lavorare mister D'Aversa: cercare il giusto connubio tra il Parma roccioso della passata stagione ed il nuovo Parma propositivo, per creare una squadra che possa imporre il proprio gioco sia in casa che in trasferta.