Gravina: "I club imparino dalla Nazionale. Giocatori liberi di scegliere se inginocchiarsi o meno"

21.06.2021 16:40 di Rocco Azzali   Vedi letture
Gravina: "I club imparino dalla Nazionale. Giocatori liberi di scegliere se inginocchiarsi o meno"

Ai microfoni di Sky il presidente della FIGC Gabriele Gravina ha rilasciato un'intervista il giorno seguente alla convincente vittoria dell'Italia sul Galles, che consente agli azzurri di chiudere in testa a punteggio pieno il Girone A: "Dopo mesi di sofferenza questa squadra è un regalo per tutti: è l'Italia che sognavamo e volevamo. Abbiamo sempre detto che dovevamo riavvicinare la nazionale agli italiani ed anche ieri lo si è percepito: vedere i ragazzi a passeggio per Villa Borghese con due ali di tifosi ad incitarli prima della gara è stato un altro bello spot per il nostro paese. Siamo un gruppo unico e straordinario sotto il profilo della valorizzazione dei sentimenti e puntiamo a risvegliare l'orgoglio di questo paese. Abbiamo inoltre dei talenti importanti che possono diventare dei campioni: bisogna avere fiducia in loro ed i club in questo devono trarre insegnamento da noi. L'asset societario dell'investimento sul settore giovanile è anche una soluzione ai problemi di natura economica".
Poi il pensiero della Federazione riguardo il momento di sensibilizzazione nei confronti del movimento 'Black Lives Matter', che ha visto solo in parte i giocatori azzurri inginocchiarsi all'inizio della gara "Massimo rispetto verso le forme di dimostrazione contro la discriminazione razziale, ma ognuno assume le sue convinzioni attraverso le proprie sensibilità, più o meno tangibili. Sapevamo che il Galles lo avrebbe fatto, era previsto nel protocollo ed i nostri ragazzi sono stati liberi di scegliere: qualcuno si è inginocchiato qualcun altro ha applaudito, come hanno fatto i tifosi".