Vicepres Lecce dopo il ko col Parma: "C'era speranza. Difficile voltare subito pagina"

03.08.2020 13:49 di Sebastian Donzella   Vedi letture
Vicepres Lecce dopo il ko col Parma: "C'era speranza. Difficile voltare subito pagina"

Alessandro Adamo, vice presidente del Lecce, tramite i social ha espresso il proprio pensiero dopo la sconfitta col Parma e la retrocessione in Serie B: “Ho trascorso gli ultimi giorni in compagnia di pensieri intensi, nitidi, speranzosi i più recenti. La mia naturale propensione al pensiero razionale mi ha condotto a scorrere il film dei cinque campionati della nostra gestione soffermandomi più sull’intero percorso, meno sulle singole tappe. Un film d’azione e al contempo romantico che ho rivisto tutto d’un fiato.

Tantissimi ricordi, la più parte positivi e avvincenti; altri un po' meno. Con volontà ho deciso di depurarli dallo scoramento per una retrocessione amara, amarissima che però non deve e non può condizionare il nostro futuro cammino. La trama del film di questo campionato è piena di moltissime luci, ma anche di ombre. Inevitabili per chi è approdato in serie A dopo aver vinto due campionati consecutivi.

Mi sono imposto di non essere qui ottimista e fiducioso ad oltranza e a prescindere. Non sarei io. Ma il mio naturale pensiero razionale mi induce a indossare un paio di lenti rosa e guardare al futuro che ci attende con rinnovata fiducia. Consapevole al tempo che la prossima sarà una stagione difficile e dall’esito tutt’altro che scontato.

E allora perché tanta fiducia? Di motivi ne avrei diversi. Ma ne cito alcuni, i più importanti. Unione e forza societaria, condivisione di strumenti e obiettivi, esperienza di gestione. Il tutto cementato dalla forza e dal sostegno di tutti i nostri encomiabili tifosi. Ai quali rivolgo e rivolgiamo l’invito a calpestare la pur forte delusione di oggi e a rivolgere insieme lo sguardo all’incipiente futuro per un pronto e immediato rilancio del nostro amato Lecce. So anche che oggi è difficile voltare subito pagina e non pretendo certo di farlo in un amen; il tempo è il migliore medico che, sapiente, cura ogni affanno.

Chiedo soltanto a me stesso e invito chi può a rendere meno amari questi giorni nella fiducia che faremo ogni sforzo e non lesineremo alcuna risorsa per regalare al vostro e nostro Club altre e ancora più importanti soddisfazioni. Che, aggiungo, con una certa ambizione e senza poter apparire pretenzioso, tutti noi che amiamo i colori giallorossi meritiamo ampiamente. Vi abbraccio con l’affetto che sapete".