LIVE! Zoppini: "Sarà un Tardini smart". Krause: "Amo Parma. Sarà lo stadio più bello d'Italia"

06.04.2021 11:13 di Alessandro Tedeschi Twitter:    Vedi letture
LIVE! Zoppini: "Sarà un Tardini smart". Krause: "Amo Parma. Sarà lo stadio più bello d'Italia"

11.10 - Chiude la conferenza il presidente Krause: "Un ringraziamento alla città e a tutti i partner che ci hanno sostenuto. Questi tempi brevi sono stati possibile grazie alla realizzazione e all'aiuto dei nostri partner. Grazie a tutti".

Capienza dello stadio?
"In linea con quella attuale, ancora non sappiamo con precisione il numero, ma sarà simile a quella odierna".

Sarà solo un finanziamento privato?
"Sono aperto ad altre soluzioni, con ingressi da parte di sponsor, ma al momento sarà solo un investimento da parte della mia famiglia".

Con la legge stadi si potrebbe fare uno stadio alternativo per giocare:
"Non lo faremo, la ristrutturazione riguarderà solo il Tardini".

Tempi di realizzazione e dove giocherà il Parma nel frattempo?
"Ci sono due scelte, dobbiamo ancora definirlo. La prima è lavorare per sezioni separate, la seconda è intervenire su tutto allo stesso tempo. Entrambe le opzioni hanno lati positivi e negativi, siamo ancora alla ricerca della migliore opzione".

C'è una funzione in particolare che gradirebbe ci fosse in questo stadio?
"Si, una squadra in Serie A (ride ndr). Dovrà essere la migliore esperienza possibile per i tifosi e per la città".

Prosegue: "I tempi sono molto aggressivi, stringono tanto. Ma ovviamente nella realizzazione continueremo ad ascoltare tutti gli input che arriveranno per costruire il più bel stadio possibile. Per questo periodo in cui sono stato presidente, si è parlato tanto di me e poco della mia famiglia. Parma è la squadra che la mia famiglia possiede per conto della città. Questa responsabilità la prendiamo molto seriamente e noi saremo responsabili di ciò per tante generazioni. Anche le generazioni future la vivranno con grande rispetto della storia di Parma. La progettazione parla di calcio, di architettura e sostenibilità e mi entusiasma tantissimo. La volontà è quella di restituire alla città di Parma una struttura fruibile quotidianamente. Abbiamo tempi stretti, ma ci auguriamo, con il sostegno di Sindaco e architetto, di poter iniziare le opere nel giro di un anno".

Chiude il presidente Krause: "Spero che abbiate passato una buona Pasqua. Per me è un grande piacere essere qui a parlarvi del progetto di ristrutturazione del Tardini. Mi definisco un italoamericano, è un'ottima occasione per me per parlare di ciò che amo. La possibilità di passare del tempo a Parma e con i parmigiani, amo il calcio ed il Parma calcio, amo l'architettura e la sostenibilità. La mia responsabilità è quella di essere il presidente del Parma, insieme ai cittadini di Parma. Per me è fondamentale essere rispettoso verso la storia di questo stadio per la città. Quando pensiamo al nouvo stadio potrà essere difficile immaginarlo, ma sarà il più bel stadio in Italia.Così abbiamo raccolto una serie di input per costruire uno stadio che possa rimanere alla città per altri cento anni".

Conclude così l'architetto Zoppini: "La tribuna Ovest avrà diversi livelli di accessibilità, con logge sul campo per fare parte della partita come un giocatore. Poi delle lounge per i tifosi Gold che avranno anche un ingresso separato, con ristoranti di alto livello da utilizzare durante la settimana. Ci saranno poi lounge che potranno essere riconfigurate per eventi e altri servizi. La cosa più di interesse è la parte relativa al pubblico: al momento si dà interesse solo alla tribuna centrale, mentre vorremmo dare un percorso urbano all'interno dello stadio, con gallerie al servizio dei tifosi durante l'evento, ma al servizio dei parmigiani durante la settimana. I tifosi saranno a meno di sette metri dal campo. La parte esterna della galleria sarà trasparente, con la possibilità di cambiare i colori tramite luci per un'esperienza per tutta la città".

Prosegue: "E' in un posto straordinario e deve diventare un fulcro, un elemento attrattore della centralità urbana. Abbiamo cercato di capire come conservare lo stadio, ma gli angoli e le tribune sono a ridosso del campo, anche a meno di tre metri. L'attuale condizione non garantisce lo spazio esterno, quindi abbiamo pensato di rimodellare in modo che ci sia uno spazio di almeno 15 metri tra lo stadio ed altri edifici. Ci saranno due rampe di ingresso che formeranno una nuova piazza pubblica, mentre lo spazio sotto le tribune saranno quasi 20000 metri quadrati di spazio che saranno sempre a disposizione dei parmigiani. Sarà uno spiazzo pubblico, al servizio dei parmigiani. La forma è ispirata ai simboli di Parma, con l'architettura di pietre e mattoni ma in chiave moderna, facendola diventare ferro. Sarà una serie di elementi cavi in ferro, con un algoritmo che ne modella la forma. Stessa cosa per la copertura, ispirata a Palazzo Farnese: dovrà però diventare un elemento tecnologico al servizio della squadra e dei tifosi. Sarà una copertura riflettente, che darà modo di far vedere qualcosa da fuori, per fare iniziare l'esperienza sin da fuori. la curva avrà una copertura parzialmente riflettente, creando l'illusione di un maggiore numero di tifosi e intimidazione negli avversari. Ma anche dal punto di vista acustico, per trasferire i rumori della tifoseria crociata nella parte opposta dello stadio, dove invece il rivestimento sarà assorbente, annullando il tifo ospite".

Tocca ora all'architetto Alessandro Zoppini: "Voglio ringraziare il president Krause e la città. Progettare qui è sempre un onore. E' una grossa responsabilità, sono edifici monumentali che trasmettono qualcosa alla città. E' quindi importante capire i valori della città da trasmettere al nostro edificio. Abbiamo realizzato qualcosa di fortemente ispirato alla città di Parma. Deve essere una celebrazione della città e dei valori di Parma e dei parmigiani, una casa per lo sport. L'obiettivo della proprietà è quello di riportare il Parma ai vecchi fasti. Vogliamo fare si che lo stadio diventi un'esperienza migliorata rispetto a guardare la partita a casa. Allo stadio si può vivere un momento unico, di aggregazione sociale. Deve essere un luogo connesso, con servizi maggiori rispetto a quelli che avresti a casa, quindi uno stadio smart, intelligentemente connesso. Questo crea valore e attrae persone. Ci siamo ispirati alla Pilotta e al palazzo Farnese, ma anche al Parma calcio. Deve diventare uno spazio pubblico per le nuove generazioni, in Italia si progetta per il futuro a lungo termine".

Il vicesindaco Bosi: "Con il passaggio di proprietà, con l'arrivo del presidente Krause, è arrivata un'apertura verso di noi, verso la città, che abbiamo visto come il modo di costruire il Tardini di tutti. Questo stadio ha bisogno di un forte rinnovamento, ma il comune non ha le risorse per farlo e ci siamo da subito capiti con il presidente Krause. L'obiettivo è uno stadio meno impattante dal punto di vista energetico e luminoso, che non consumi suolo e che sia uno spazio che ritorna ai cittadini, non solo per la partita ma tutti i giorni della settimana. Oggi è un passaggio, non è ancora chiuso il progetto, ma si è voluto portare elementi alla città per poi poterne discutere. E' un ulteriore tassello, si inizia ad intravedere qualcosa. Nell'arco di un mese speriamo di depositare il progetto che ci dia tempi certi per l'inizio dei lavori".

10.15 - Prende la parola il sindaco Federico Pizzarotti: "Per noi è una giornata importante, come dicevo al presidente, sono dieci anni che cerchiamo di mettere mano in modo adeguato al nostro stadio. C'è sempre stato la riqualificazione dello stadio nel nostro programma, ma qui all'interno della città, con una visione lungimirante. Accessibilità e raggiungibilità, oltre al tema della funzioni devono essere punti cardine. Deve vivere ogni giorno lo stadio, non ogni quindici giorni. Deve essere un punto per i cittadini di Parma. Chi va all'estero capisce quanto lo sport ed il Parma calcio sia stato riconosciuto nel mondo e quanto abbia fatto girare il nome di Parma. Quello che può rappresentare il Parma per Parma passerà dalle sedi e dalle infrastrutture".

9.55 -  Ultimi preparativi poi avrà inizio la conferenza, che si terrà in Tribuna Autorità, con visione sul Tardini di oggi per illustrare al meglio il Tardini del domani. 

9.30 - Si terrà tra mezz'ora circa la conferenza di presentazione del progetto del nuovo Stadio Tardini. Certe le presenze del presidente del Parma Calcio 1913 Kyle Krause, del sindaco Federico Pizzarotti, del vice sindaco Marco Bosi e dell'architetto Alessandro Zoppini, a cui è stato affidato il compito in questione. Potrete seguire gli interventi LIVE! grazie al nostro inviato presso la sala stampa del Tardini. 

Leggi tutte le ultime novità sul Parma su Twitter! Diventa Follower
VUOI COLLABORARE CON PARMALIVE.COM? SCRIVICI!
Segui tutte le news di ParmaLive.com su Facebook: cllicca "Mi Piace"!
Tutte le novità del nostro sito sono anche su Instagram: seguici!