Krause sul futuro: "Spero di avere un nuovo stadio e un nuovo centro sportivo: un beneficio per tutti"

15.07.2022 14:06 di Alessandro Tedeschi Twitter:    vedi letture
Krause sul futuro: "Spero di avere un nuovo stadio e un nuovo centro sportivo: un beneficio per tutti"

Il presidente crociato Kyle Krause ha parlato del futuro a tinte gialloblu nel corso della conferenza stampa dal ritiro di Pejo: "L’ho detto di recente, sono una persona molto competitiva, per cui mi piace vincere. Penso che la nostra strada per il successo per la prima squadra deriveranno tanto da ciò che facciamo anche per il settore giovanile. Come succede nel mondo del calcio, sviluppare il settore giovanile richiede tempo e quindi dobbiamo individuare la metodologia e l’approccio giusto affinché i giovani possano raggiungere uno sviluppo tale da essere impiegati in prima squadra. Per poter contribuire a questo sviluppo, andremo a potenziare il nostro settore di analytics, inserendo nuove risorse a livello di software e persone. L’obiettivo è ritornare in Serie A, la promozione quanto prima possibile. Il tempo della pazienza è finito, per questo sono anche disposto a prendere decisioni a breve termine per riportare il Parma e il suo tifo dove merita. Tra cinque anni rivedo il Parma in Serie A, stabilmente, ciò non per lottare per la retrocessione ma che può muoversi come meglio ritiene. E sempre in un’ottica quinquennale, l’intenzione è di produrre tre giocatori che dalla Primavera possano passare in prima squadra. Ovviamente tre giocatori l’anno. Per quanto riguarda l’analisi dei dati, tra cinque anni spero di aver implementato questo settore e aver beneficiato a livello di metodologica, fisico, scouting, analisi. Vedo una squadra più giovane ma non formata solo da giovani, ma formata da talenti di tutta Europa, senza trascurare l’Italia. Sapete che sono un appassionato del calcio italiano, da sempre sono un sostenitore della nazionale, per cui tanti saranno gli italiani in squadra, sempre con l’ottica di individuare i migliori talenti. Spero di avere un nuovo stadio, un nuovo centro sportivo, che possano darci benefici per il calcio maschile e femminile. Sono fermamente convinto che tra cinque anni potremo godere di questi vantaggi competitivi, per le nostre squadre”.