Ascoli, Ciciretti: "A Parma penalizzato da un infortunio. Scendere in B non è un disonore"

25.01.2019 17:34 di Alessandro Tedeschi Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Ascoli, Ciciretti: "A Parma penalizzato da un infortunio. Scendere in B non è un disonore"

Prime parole da giocatore dell'Ascoli per Amato Ciciretti, che negli ultimi mesi a Parma ha trovato poche volte la via del campo e ha così deciso di provare a cambiare aria. Queste le sue dichiarazioni al sito ufficiale dei marchigiani: "Se sono il colpo di mercato della B lo dirà il campo, partita dopo partita cercherò di far vedere il mio valore. Perché Ascoli? Non nego che giocare in Serie A sia il sogno di tutti i giocatori, ma, se questo non è possibile, scendere in B non è assolutamente un disonore, così, dopo aver sentito il ds Tesoro, ho scelto subito di accettare, avevo bisogno di stimoli e di sentire la fiducia addosso, mi piace il calore della gente. Il modulo? Il mister vuole che giochi più vicino alla porta e questo non può che farmi piacere perché da esterno sarei  più lontano. Le sensazioni avute sono tutte positive, ho trovato un bel gruppo. L’obiettivo personale è far ricredere molta gente che negli ultimi anni si è un po’ dimenticata di me o ha fatto altre scelte. A livello di squadra dico che dobbiamo raggiungere prima possibile la salvezza. Dobbiamo avere voglia, fame e cattiveria giusta per sorpassarli in classifica. Le difficoltà incontrate a Parma? Dopo un infortunio non è mai facile rientrare, soprattutto quando la squadra va bene, poi lì c’erano tanti giocatori importanti; comunque mi prendo anche le mie colpe. Cosa dire ai tifosi? Venite in tanti domani perché ci serve il vostro supporto, che cercheremo di ripagare sul campo”.