Apolloni: "Partite col caldo? L'importante era riprendere, ancora presto per tornare alla normalità"

03.06.2020 14:10 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
© foto di Giovanni Padovani
Apolloni: "Partite col caldo? L'importante era riprendere, ancora presto per tornare alla normalità"

Luigi Apolloni, storico ex calciatore del Parma ed allenatore crociato, intervenuto sulle frequenze di Radio Sportiva ha commentato il tema orari della Serie A, che scenderà in campo in tre finestre tra le 17 e le 21: “Al Mondiale ’94 era caldissimo, andammo incontro a difficoltà naturali. C’erano orari che non permettevano di essere al meglio fisicamente come sarebbe stato se invece fosse stato più fresco. L’importante era iniziare e riprendere il campionato. Ora la cosa fondamentale è stata trovare la possibilità di dare nuovamente il via alla macchina del pallone, poi ci sta che ci sia qualche fattore problematico. Penso che sia ancora presto per tornare a parlare di normalità, specie senza pubblico, ma tant’è”. 

Sulle cinque sostituzioni: “Mi pare la soluzione più adatta, su una rosa di 25 giocatori c’è più possibilità per tutti di giocare. In più con l’estate e le partite ravvicinate è un’opportunità importante per gli allenatori. A livello muscolare sarà uno stress notevole e qualche guaio fisico è da mettere in conto”. 

Sulla ripresa dopo tre mesi: “Ci sono tutte le premesse per riprendere da dove si era interrotto. Si lavora sull’aspetto fisico e atletico per avere le condizioni migliori. A livello tattico andranno ripristinate alcune cose”.