La Top 10 delle cessioni del Parma: secondo posto, Buffon alla Juve per 105 miliardi

19.04.2020 19:40 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
La Top 10 delle cessioni del Parma: secondo posto, Buffon alla Juve per 105 miliardi

Chissà se Nevio Scala se lo aspettasse un epilogo così, quando quel 19 novembre 1995 decise di sostituire il portiere titolare Bucci, infortunato, con quel ragazzino toscano arrivato a tredici anni a Parma: Gianluigi Buffon. Quel ragazzino, diventato titolare nella stagione 96-97 e diventato, soprattutto, una colonna di quel Parma vincente in Italia e in Europa, e tra i più forti del mondo. Un epilogo datato estate 2001, l’ultima di Buffon in Emilia, prima di legarsi, per sempre, alla Juventus, che lo strappò ai crociati per la cifra record di 105 miliardi. Ma Gigi non doveva andare alla Juventus, bensì al Barcellona.

Nel maggio 2001 infatti, dopo i primi inserimenti di Juventus e Roma, la squadra a fare più sul serio per portarsi a casa il portiere italiano era stata il Barcellona, che con i dirigenti Minguella e Parera avevano fatto visita al Parma, chiedendo il permesso di avvicinare Buffon e il procuratore Silvano Martina. Una bozza di contratto, l’offerta (tutt’oggi non chiarita) tra i 70 e i 100 miliardi e la promessa di ridiscuterne qualche settimana più tardi. Fu in quel momento che subentrò Luciano Moggi, che approfittando della fase di stallo avvicinò Martina: “Convocai il suo manager, Silvano Martina che stava trattando con il Barcellona: cosa fai in giro per l’Europa? Vieni domani in sede che parliamo” - dirà anni più tardi Lucky Luciano. Quel contatto cambiò le carte in tavola: dopo quella riunione si aprirono le porte della Juventus per Buffon, che rifiutò il corteggiamento del Barcellona e della Roma. L’accordo col portiere si trova in fretta, dieci miliardi a stagione per cinque anni, lo scoglio è il Parma. La richiesta di Tanzi è altissima, ancor più alta se consideriamo che la Juventus sta trattando con i gialloblù anche l’acquisto di Lilian Thuram. Il Parma vuole unificare le trattative, chiede 180 miliardi, troppi per la Juve. Moggi però vuole chiudere, sa che l’acquisto dei due crociati darebbero vita ad una nuova e lunga generazione Juventus, ed è costretto a cedere Zinedine Zidane al Real Madrid per recuperare il denaro necessario.

Dopo aver chiuso per 75 miliardi per Thuram, Moggi si aspetta uno sconto per il portiere e non ha alcuna intenzione di spendere cento miliardi per Buffon. Si arriva così all’idea di inserire una contropartita tecnica, utile ad alleggerire i costi della Juventus e che farebbe scendere la valutazione del portiere della Nazionale. La contropartita identificata è il giovane centrocampista di belle speranze Jonathan Bachini, rientrato dal prestito al Brescia e girato, a titolo definitivo, al Parma. Valutazione? 30 miliardi. Che sommati ai 75 per Buffon (e ad altrettanti già versati per Thuram) portano a compimento la trattativa. Ad inizio luglio Buffon saluta Parma e firma con la Juve. E’ l’inizio di un binomio che dura ormai da vent’anni e che sembra non voler avere fine, con il portiere, che proprio in questi giorni, sta trattando il rinnovo per un’altra stagione con i bianconeri.