Hernani voto 6 - Inizio difficile, poi la crescita. Ma ha tanto potenziale ancora inespresso

03.08.2020 20:40 di Niccolò Pasta Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Hernani voto 6 - Inizio difficile, poi la crescita. Ma ha tanto potenziale ancora inespresso

Una stagione a varie facce quella di Hernani, centrocampista brasiliano acquistato in estate dallo Zenit. Hernani è partito a rilento, come ci si poteva aspettare da un ragazzo straniero che si affaccia per la prima volta al calcio italiano, ma non ha dato quasi mai l’impressione di essersi adattato al nostro calcio. Un inizio così così, una fase centrale decisamente importante, complice la variante tattica di D’Aversa che gli ha avvicinato un centrocampista, e una fase finale a parti alterne, in cui ha giocato buone gare e altre decisamente rivedibili. Un primo anno comunque sufficiente ma da cui ci si attendeva qualcosa in più, soprattutto in zona gol, dove il brasiliano ha sì servito quattro assist, ma senza mai segnare (se non per un rigore in Coppa Italia). Tanti tiri imprecisi, un feeling con la porta che ha faticato a trovare, e dieci ammonizioni, troppe. Ma quella sensazione che le sue qualità siano ancora nascoste, e che il suo vero potenziale non sia ancora uscito. VOTO 6.

I NUMERI - Trentadue presenze in Serie A, per un totale di duemilaquattrocentoventidue minuti, conditi da quattro assist e nessuna rete. Hernani è stato un fedelissimo di Mister D’Aversa, che ha rinunciato a lui solo per squalifiche o infortuni.

IL MOMENTO TOP - Parma-Lazio. Una partita perfetta in quello che è stato il suo momento più alto in stagione, in coppia con Brugman. Una partita totale a oscurare uno dei centrocampi più in forma del campionato, bravo sia in fase di recupero che in fase di impostazione. E’ questo l’Hernani che vorremmo vedere anche nella prossima stagione.

IL MOMENTO FLOP - Atalanta-Parma. Nel complesso un disastro per i crociati, ma la gara di Bergamo ha messo in luce tutti i limiti di Hernani, troppo lento e sempre preso in mezzo dai triangoli dei nerazzurri. La brutta prestazione di Bergamo però ha dato nuova linfa a Hernani, che di lì in poi ha giocato quasi sempre ottime partite.

FUTURO - Riscattato dal Parma dopo la matematica salvezza, il centrocampista sarà uno dei fari del Parma del prossimo anno e con una stagione di A alle spalle è attesa una crescita ancor maggiore. Ha grandi numeri, da lui ci aspetta tanto.