PL - Zaccarelli: "Prima la salvezza, poi si può sognare. Kulusevski fuoriclasse? Dipende da lui"

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA
21.10.2019 15:16 di Vito Aulenti Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
PL - Zaccarelli: "Prima la salvezza, poi si può sognare. Kulusevski fuoriclasse? Dipende da lui"

Interpellato da ParmaLive.com, l'ex giocatore del Torino Renato Zaccarelli, ieri presente al Tardini per commentare Parma-Genoa, ha così parlato della sfida vinta largamente dalla formazione di D'Aversa: "Ho visto un buon Parma, che ha fatto una buona partita nonostante gli infortuni di Bruno Alves e Inglese. Il risultato credo sia ampiamente meritato".

In questo 5-1 ci sono più meriti del Parma o demeriti da parte del Genoa?
"Fino al 35' la partita è rimasta in equilibrio. Anzi, il Genoa ha rischiato anche di passare in vantaggio con Goldaniga, ma Sepe ha avuto un buon riflesso. Poi l'ha sbloccata il Parma e l'attenzione è un po' calata da parte dei liguri: lo squillo di Pinamonti è stato un episodio isolato, dopo non c'è stata più partita".

Con un Dermaku così, Bruno Alves può riprendersi con calma.
"Avere dei giocatori che si fanno sempre trovare pronti credo sia un vantaggio grandissimo per la società e per l'allenatore. Significa che c'è anche un buon gruppo".

Di Cornelius si è sempre parlato un gran bene. Potrebbe esplodere definitivamente a Parma?
"Potrebbe anche essere, si è integrato molto bene a Parma. Non era facile entrare a freddo e trovare subito il ritmo giusto, e invece è stato determinante. Su di lui si può sempre contare, anche se ha caratteristiche diverse rispetto a Inglese".

Intanto Kulusevski continua a stupire. Stiamo parlando di un potenziale fuoriclasse?
"Questo dipende molto da lui. A Parma ha trovato continuità, ma ora deve avere la voglia, l'umiltà e la forza di continuare a lavorare, senza pensare che il percorso sia già finito. Il percorso di crescita, per un giovane come lui, è sempre in evoluzione. Bisogna capire quanta voglia abbia di continuare a migliorare".

Questo Parma può ambire a qualcosina in più della salvezza?
"E' importante tenere i piedi ben piantati a terra: bisogna essere sempre umili, concentrati, e raggiungere il prima possibile l'obiettivo primario. I sogni sono belli perché si possono anche realizzare, però prima bisogna raggiungere la salvezza. Poi ci sarà tempo per provare a migliorare la classifica".