PL - Bonazzoli: "Parma, a Verona puoi far punti. Salvezza? Tutto aperto"

13.02.2021 10:10 di Donatella Todisco   Vedi letture
PL - Bonazzoli: "Parma, a Verona puoi far punti. Salvezza? Tutto aperto"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Verona-Parma è in un certo senso anche la partita del cuore per Emiliano Bonazzoli. L’ex attaccante classe 1979, infatti, ha indossato le maglie gialloblù dal 2000 al 2003. Poche le presenze coi ducali, ma impreziosite da una buona media gol (8 su 36 presenze), idem per quanto riguarda gli scaligeri (28 presenze e 7 reti nel 2000-2001). Nel mezzo, una vittoria in Coppa Italia (2001-2002, contro la Juventus) ed uno spareggio salvezza vinto contro la Reggina coi veneti (era il 2000-2001, ndr). Ecco il suo punto di vista a 360 gradi sul momento del Parma ai nostri microfoni.  
 
 Che ne pensa del mercato invernale condotto dal Parma?  
 “So che il Parma ha preso calciatori come Pellé, Man, Bani, Conti e Zirkzee. Sono giocatori presi in reparti che erano in difficoltà. Il centrocampo resta di qualità e quantità. La società penso abbia fatto acquisti mirati, ovvero dove serviva farli”.  
 
Crede che possa servire ad invertire la rotta?  
 “Penso che la società ne abbia parlato con l’allenatore, immagino siano scelte comunque avallate. Pellé ha esperienza, anche internazionale. Lui una mano importante può darla. Dovrà comunque farsi trovare pronto, non c’è alcun dubbio. Ora bisogna continuare sulla strada giusta. Dalla sua ora c’è anche più maturità”.  

A Verona sarà possibile fare risultato o la sfida è proibitiva?  
 “Sinceramente niente è impossibile, soprattutto nel calcio. Le squadre che devono salvarsi tendono ad avere qualcosa in più. Sia perché devono risalire la china, sia perché è una questione di stimoli soprattutto per chi è arrivato da poco. Nella seconda parte di campionato, inoltre, le squadre che sono in basso in classifica tendono a rendere almeno un 20% in più rispetto all’inizio. C’è tutto un girone di ritorno ancora da giocare, nulla è ancora perduto”.  
 
Quali ricordi da calciatore di Verona e Parma?  
“Sono passati almeno vent’anni, i ricordi sono lunghi per me da calciatore. Parma e Verona sono state due squadre ravvicinate nel mio periodo storico da calciatore. Erano e sono piazze importanti, che però ricordo indubbiamente con affetto”.  
 
Il momento più bello coi ducali?  
“Ci siamo salvati, qualche difficoltà c’è stata (era la stagione 2001-2002, ndr). Ma ricordo anche la Coppa Italia vinta contro la Juventus in finale. E’ stato un momento emozionante”.  

Pronostico per la sfida del Bentegodi?  
“L’ago della bilancia pende un po’ di più verso il Parma. In questo momento ha più bisogno di punti, il Verona invece ha un’ottima classifica. Non me ne vogliano i tifosi scaligeri, ma dovendo scegliere punto maggiormente sui ducali. Faccio il tifo sempre per entrambe”.  

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA