PL - Argurio: "Carattere, coraggio e sacrificio. Vi racconto Juric"

19.06.2021 10:45 di Donatella Todisco   vedi letture
PL -  Argurio: "Carattere, coraggio e sacrificio. Vi racconto Juric"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com

E’ il nuovo arrivo in casa Parma. Si tratta di Stanko Juric, centrocampista classe 1996 reduce da una lunga esperienza con la maglia dell’Hajduk Spalato. Nell’ultima stagione sportiva il calciatore ha collezionato 33 presenze nel massimo campionato croato e anche due gettoni nei turni preliminari di Europa League. Quale contributo può dare alla causa gialloblù in B? Ne abbiamo parlato con Christian Argurio, uno dei massimi esperti italiani a proposito del calcio croato.

Juric al Parma: ce lo racconti. Che calciatore è?
“E’ un giocatore molto fisico, con struttura. Ha centimetri, parliamo di un ragazzo molto attivo in partita e che nelle sue caratteristiche ha quella di essere molto aggressivo. Va sempre alla ricerca del recupero della palla, è un centrocampista che gioca bene in un reparto a due, ma può anche essere impiegato nel centrocampo a tre come mezzala. Ha tanti centimetri, quando può cerca di chiudere l’azione. Rompe il gioco avversario e fa ripartire l'azione".

Lo ritiene adatto alla realtà del calcio italiano?
“Se il Parma lo ha preso, immagino ne abbia parlato anche con il suo allenatore. Ha bisogno di un centrocampo con struttura, nel calcio italiano per me ci può stare. Non è giovanissimo, ma nemmeno vecchio, essendo un 1996. L’ho avuto a Spalato, è uno che si allena sempre al 100%. Non avrà un’eccelsa qualità tecnica ma è un grande professionista. In B può tornare senz’altro utile, parliamo di un campionato lungo e difficile. Caratterialmente è forte, passionale e con temperamento, come tutti coloro che provengono dalla zona della Dalmazia. Una terra che però è anche ricca di talenti. E sono incuriosito di vederlo all’opera per la prima volta lontano dalla sua terra”.

C’è un calciatore croato del passato che ha militato in Italia a cui possiamo paragonarlo, anche solo in parte?
“Difficile poter fare un paragone con i predecessori, anche solo come somiglianza lontana. Certo, in Italia di calciatori croati di spessore ne abbiamo avuti anche tanti. Il Parma ha avuto anche un calciatore come Stanic, che però ha fatto una carriera importante a livello di club, anche arrivando terzo al mondiale del 1998. Penso sia un giocatore diverso da tutti gli altri, ma che comunque ha tutto per potersi calare nel modo migliore nel calcio italiano. Parliamo di un calciatore moderno”.

@ESCLUSIVA PARMALIVE - RIPRODUZIONE RISERVATA