Parma femminile, Ulderici: "Giornata storica, giochiamo al Tardini. Invitiamo tutti a venirci a vedere"

11.09.2022 13:13 di Niccolò Pasta Twitter:    vedi letture
Parma femminile, Ulderici: "Giornata storica, giochiamo al Tardini. Invitiamo tutti a venirci a vedere"
© foto di ParmaCalcio1913

Alla vigilia della sfida contro il Sassuolo, il tecnico del Parma femminile Fabio Ulderici ha parlato in conferenza stampa: "Arriviamo cariche al prossimo appuntamento, con grande voglia di fare. Sarà storico, sarà la prima partita al Tardini, davanti al nostro pubblico, nella nostra casa. Non vediamo l'ora. Non dobbiamo avere tensione ma essere cariche per fare una grande gara". 

Giocate al Tardini. 
"Non siamo abituati a questi palcoscenici ma spero che più squadre possano fare quello che ha fatto il Parma, far giocare queste ragazze in grandi stadi. Sarebbe un passo avanti, noi siamo fortunati nel poterlo fare". 

Può fare un appello al pubblico?
"Sarà un appuntamento storico, importante, siamo consapevoli come il pubblico possa aiutarci. Invitiamo ogni persona di Parma a venirci a vedere. La squadra vuol fare innamorare il Parma di loro, sono certo che ci saranno tante persone". 

Come sta la rosa?
"Purtroppo non avremo tutte le ragazze disponibili. Non amo parlare di chi non c'è, parlo di chi c'è e il fatto di avere ancora dubbi dimostra che le ragazze hanno lavorato benissimo e per me è una fortuna. Speriamo di recuperare chi è fuori, però penso che domani sera le ragazze saranno all'altezza. Hanno voglia di giocare, ci togliamo gli ultimi dubbi e domani affrontiamo la gara". 

Il Sassuolo?
"Il Sassuolo lo conosciamo bene, sono formate da un blocco di giocatrici che gioca lì da tempo e che ha aggiunto ragazze nuove, che peraltro ho allenato. Sono forti, dovremo stare attenti, ma sappiamo che dobbiamo attaccare alcune caratteristiche. Abbiamo lavorato bene, ma a prescindere dalla gara spero di vedere un passo in avanti delle nostre per quella che è la nostra idea, cioè una squadra coraggiosa e che comandi il gioco. Con l'Inter è un dato di fatto che se non prendi il gol del 2-0 o del 3-0 ad inizio secondo tempo la partita può andare in maniera diversa. I momenti della gara determinano e vanno vissuti bene"