Un mese all'inizio del ritiro: tanto lavoro da fare in casa crociata, tra riscatti e rientri dai prestiti

06.06.2022 16:23 di Alessandro Tedeschi Twitter:    vedi letture
Un mese all'inizio del ritiro: tanto lavoro da fare in casa crociata, tra riscatti e rientri dai prestiti
© foto di Parma Calcio 1913

Manca esattamente un mese all'inizio del ritiro del Parma, che, come comunicato dalla società nelle scorse settimane, avrà inizio il 6 luglio con la partenza per la Val di Pejo. Un mese nel quale la società crociata dovrà cercare di allestire una rosa il più completa possibile per dare modo a mister Fabio Pecchia di lavorare sin da subito con un gruppo il più simile possibile a quello che si presenterà poi ai nastri di partenza della Serie B nel prossimo agosto. 

LEGGI QUI - UFFICIALE: ritiro in Val di Pejo dal 6 al 16 luglio, poi a Pinzolo dal 19 al 30

Una prima parte di mercato in cui ci si concentrerà soprattutto sui riscatti dei giocatori già presenti in rosa nella passata stagione: Elias Cobbaut, Jayden Oosterwolde e Gennaro Tutino faranno parte della squadra anche nel campionato 2022/2023 e a breve potrebbe seguirli Enrico Delprato. Poi saranno tanti i prestiti di rientro che potrebbero essere valutati in ritiro, come Walid Cheddira, o come Valentin Mihaila, che potrebbe rientrare per restare. 

LEGGI QUI - Giugno = riscatti: Cobbaut il primo, Delprato lo seguirà. In cinque lasceranno Parma

Ma il Parma non potrà permettersi di aspettare fino a luglio per fare entrare nel vivo il mercato: i nomi che circolano sono già tanti e di giocatori di categoria, per consegnare a mister Pecchia una rosa pronta sin da subito a lottare in posizioni di vertice. Tanto lavoro da fare ed in poco tempo, in attesa della nomina di un nuovo direttore tecnico...