Scambi e plusvalenze: diverse operazioni del Parma finiscono sul tavolo della Procura Federale

27.10.2021 12:26 di Alessandro Tedeschi Twitter:    vedi letture
Scambi e plusvalenze: diverse operazioni del Parma finiscono sul tavolo della Procura Federale
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Scambi di calciatori con valutazioni extralarge, spesso e volentieri senza che si muovesse realmente un solo euro. Un nuovo, ancora potenziale, ciclone rischia di abbattersi sulla Serie A. I quotidiani la Repubblica ed Il Tempo hanno portato alla luce una relazione, arrivata sul tavolo del Procuratore federale Giuseppe Chinè, che ha al centro scambi di calciatori e plusvalenze dal 2019 ad oggi.

E sarebbero diverse le operazioni riguardanti anche il Parma, quando al tempo il direttore sportivo era Daniele Faggiano. Con la Juventus (la più presente con ben 42 scambi), è finita nel mirino l'operazione riguardante Erik Lanini e Alessandro Minelli: un giro di soldi da circa 2.5 milioni di euro. Poi i tanti scambi con il Pescare dell'estate 2019: Dicombo, Napoletano, Pavone, Martella, Cipolletti, Palmucci e Brugman in direzione Parma, mentre Galano, Brunori, D'Aloia e Madonna verso l'Abruzzo. Tante operazioni riguardanti il Parma finite ora nel mirino della Procura Federale.